Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità (clicca per leggere) alla direttiva europea 2009/136/CE.

Diocesi di Chioggia

Bibbia Edu

-- Briciole di Pastorale -- II° dom. di Avvento 2017

II-Avvento-2017

Quando le opinioni personali toccano la vita delle persone

COMMENTANDO...

Quando le opinioni personali toccano la vita delle persone

vescovoChe a 56 e 69 anni, come nonni, non si sia in grado di ‘tirar su’ per alcuni anni una nipotina, può essere certo oggetto di opinioni diverse. E’ anche vero che lo stesso Stato chiede a questi stessi nonni, insegnanti, di rimanere al lavoro fino a 67 anni, data la prolungata aspettativa di vita. Se poi gli interpreti ‘del giusto’ o ‘del meglio’ o ‘del diritto’ dello Stato, emettono sentenze diverse e contrarie, di cui nel frattempo sia nonni che nipotina portano le conseguenze, la cosa non può passare inosservata. Problemi di questo tipo dovrebbero essere affrontati con una metodologia che non dipenda dall’ideologia dei giudici, dal loro personale sentire e dall’eccessivo potere e arbitrarietà loro concessi. E’ chiaro che ormai tutto dipende dal modo di concepire la famiglia. Non vale lo ‘jus sanguinis’ o il rapporto affettivo che il bambino ha già sperimentato nella sua famiglia allargata fatta di padre e madre, di fratelli e di sorelle, di nonni e nonne, di zii e cugini.

Read more...

Elettori consapevoli?

COMMENTANDO...

Elettori consapevoli?

vescovoOrmai è iniziata la “Campagna elettorale” o la “conquista dei consensi” per governare. A noi elettori è richiesta una particolare attenzione per non essere conquistati dagli specchietti o dai fumi delle promesse. Chi governa può disporre di mezzi economici e legislativi per accaparrarsi alcune categorie sociali. Molte cose non vengono dette, altre vengono dette solo ad alcuni, altre sono molto pubblicizzate, con precise finalità. Secondo i giornali che si leggono o le emittenti televisive che si guardano e ascoltano, il nostro giudizio può oscillare da un partito all’altro. Nella confusione o poca chiarezza, si può essere portati o a rinunciare al voto, o a rivotare ‘come ieri’, o a cercare qualcosa di nuovo pensando che peggio degli  altri non faranno nemmeno questi nuovi. Tutte motivazioni che ci esonerano da una informazione pur faticosa ma necessaria.

Read more...

“...Non uccidere... Non rubare!”

COMMENTANDO...

“...Non uccidere... Non rubare!”

VescovoI “10 comandamenti” hanno per lungo tempo caratterizzato i principi fondamentali del comportamento sociale, prima delle società mediorientali e poi occidentali. Anche se non sempre sono pienamente stati osservati, hanno costituito però il punto di riferimento morale o etico sia personale come anche delle legislazioni pubbliche, sociali ed economiche. Oggi, non più! Questi criteri di moralità ed eticità sono stati gradualmente demoliti dalla “Cultura” che via via riesce a imporsi come “dominante” con tutti i mezzi di persuasione e di seduzione che ha disposizione, proponendosi come regola di vita sia individuale che sociale. Morale ed Etica sono state sostituite dalla legge degli Stati, o meglio dall’infinità di leggi e leggine che chi è al potere di turno promulga a ritmo continuo e in continuo cambiamento. Questo porta a credere che l’atteggiamento morale o etico coincida con l’osservanza di quelle leggi, senza andare oltre.

Read more...

“Non amiamo a parole ma con i fatti”

COMMENTANDO...

Questa domenica Giornata mondiale dei poveri

“Non amiamo a parole ma con i fatti”

don adriano vescovoMi interrogo che senso possa avere una giornata come questa, alla luce di quanto scrive papa Francesco: “Non pensiamo ai poveri solo come destinatari di una buona pratica di volontariato da fare una volta alla settimana, o tanto meno di gesti estemporanei di buona volontà per mettere in pace la coscienza”. Se non vogliamo che questo giorno sia un atto estemporaneo “pur valido e utile a sensibilizzare alle necessità di tanti fratelli e alle ingiustizie che spesso ne sono causa”, cosa dovremmo fare? Non posso non pensare al fatto che mentre da una parte si parla di uscita graduale dalla crisi in atto dal 2008, dall’altra si continua a registrare il fatto che cresce sempre il numero di persone senza lavoro, perché perso o mai trovato, che cresce il numero di famiglie povere e indigenti. Ma questa situazione è inevitabile o ha della cause ben precise? Per dirla con le parole del papa, non ci sono “ingiustizie che spesso ne sono causa”? Celebrare la giornata mondiale della povertà, lascia intendere il papa, deve raggiungere due obiettivi.

Read more...

Incarnazione oggi: da Nazaret

COMMENTANDO...

Incarnazione oggi: da Nazaret

terra-Santa-nazarethLa visita alle due chiese, quella dell’Annunciazione e quella di San Giuseppe o della Sacra Famiglia, a Nazaret, mi ha suggerito alcune riflessioni. La piccola e antica casa/grotta di Maria oggi è divenuta una grande basilica attraverso una trasformazione durata secoli e attraverso vicende di adattamenti, distruzioni, ricostruzioni, ingrandimenti e abbellimenti. Questa la vicenda dell’edificio. Lo stesso è avvenuto, in maniera molto più modesta, per la chiesa di San Giuseppe o della Sacra Famiglia. Ma il mio pensiero è andato ai personaggi che hanno abitato quelle piccole case/grotte iniziali: Maria, Giuseppe e Gesù. La ragazza, Maria, al pari della sua basilica, è cresciuta nella ‘glorificazione’ lungo i secoli, tanto da diventare, da umile ragazza di uno sperduto e piccolo villaggio a potentissima Regina/Madre universale nota, venerata e glorificata in tutto il mondo.

Read more...

Archivio

L’Archivio diocesano (via Perottolo 1) contiene materiale documentario di 9 secoli di storia della diocesi suddiviso in 4 fondi: Proprio dei vescovi, Archivio capitolare, Fabbriceria del duomo e Miscellanea, oltre a quello del Seminario.

Biblioteca

La biblioteca diocesana (nello stesso edificio) con 35.200 volumi e 3.000 opuscoli, in genere di carattere teologico, documenta le varie fasi dal 1500 al Concilio Vaticano II. Si integra col Museo per l’esposizione di edizioni pregiate.

Museo

Sorge accanto alla cattedrale in un edificio a U realizzato a fine anni '90 che s'innesta al Palazzo vescovile. Dedicato ai patroni Felice e Fortunato, si compone di 4 sezioni: storica, iconografica, argenteria, oggetti devozionali

Pinacoteca

Nel complesso Trinità (Piazza XX Settembre) l’oratorio del 1500 conserva tele di Piazza, Benfatti, Palma, Vicentino (1600); la chiesa (di Tiralli, 1707) ha dipinti di Mariotti, Vicentino, Damini e altri (60 tele, più statue e reperti).