Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità (clicca per leggere) alla direttiva europea 2009/136/CE.

Diocesi di Chioggia

Bibbia Edu

Briciole di Pastorale

XI° Tempo Ordinario

XI-Ordinario-18

Il vero martirio

SGUARDO PASTORALE

Il vero martirio

zennaPapa Francesco inizia la sua ultima Esortazione apostolica “sulla chiamata alla santità nel mondo contemporaneo” citando il cap. 5 del vangelo di Matteo, nel punto preciso in cui, a conclusione del Discorso della montagna, Gesù invita a rallegrarsi ed esultare. “Rallegratevi ed esultate” è il titolo stesso dell’Esortazione. Lo dice a coloro che sono perseguitati e umiliati a causa sua. “Il Signore - afferma il Papa - chiede tutto e quello che offre è la vita, la felicità, per la quale siamo stati creati. Egli ci vuole santi e non si aspetta che ci accontentiamo di un’esperienza mediocre, annacquata, inconsistente”.

Cosa significa oggi? L’esortazione apostolica vuole rispondere proprio a questo interrogativo, e in quell’ “oggi” si figura i rischi e le sfide cui è sottoposta la vita cristiana nel contesto attuale, e intravede sempre nuove opportunità con cui dare testimonianza a Cristo.

Read more...

Consacrazione secolare

LO SGUARDO PASTORALE

Consacrazione secolare

ZENNAAbbiamo già spiegato che il termine “pastorale” è un aggettivo più che un sostantivo. Esso non definisce quindi un’azione specifica della Chiesa, ma connota piuttosto tutto il suo operare. Lo vuole, sull’immagine del buon Pastore, relazionale e ricco di misericordia, capace di integrare ed attrarre, trasparente e costruttivo, improntato al servizio e alla solidarietà. Riprendo questo discorso in margine a un’osservazione che mi è stata fatta sul tenore di queste riflessioni, ritenuto poco secolare. In realtà sarebbe mio desiderio superare questa dicotomia religioso-secolare per maturare la convinzione e ancor più la prassi per cui non c’è nulla di eminentemente umano che non sia anche cristiano e, viceversa, non c’è tematica religiosa che non abbia una sua ricaduta nella vita secolare. Il soggetto è senza dubbio la comunità nel suo insieme, ma anche il singolo fedele, il catechista ma anche il lavoratore, il padre di famiglia, l’insegnante e il politico.

Read more...

Criteri di trasparenza economica

SGUARDO PASTORALE

Criteri di trasparenza economica

zennaLunedì 28 maggio è stato presentato al Consiglio diocesano per gli affari economici il bilancio del 2017 della nostra Chiesa locale. Si tratta dell’8ª edizione. È stato fortemente voluto dal Vescovo Adriano e perfezionato sempre più dall’Economo don Alberto Alfiero, con l’aiuto del dott. Carlo Albertini. Presto si potrà avere perfino un bilancio consolidato, comprendente cioè anche il rendiconto degli Enti che afferiscono all’amministrazione diocesana, pur avendo una loro autonomia, dal Seminario alle Parrocchie, dal Settimanale “Nuova Scintilla” alle Case dei Sacerdoti. Si tratta di rispondere all’esigenza della trasparenza e della partecipazione nella gestione dei beni ecclesiastici, e della responsabilità nella conservazione dei beni artistici e storici, sia mobili che immobili, oltre al materiale d’archivio.

Read more...

Un punto fermo

SGUARDO PASTORALE

Un punto fermo

zenna-francescoÈ bello scrivere sull’onda delle emozioni. Ed è stato davvero emozionante ritrovarmi presso il Monastero delle Clarisse a Contarina per animare il ritiro spirituale delle Religiose della Diocesi. Emozionante per aver dettato le meditazioni davanti a Gesù Eucaristia, visto che lì è esposto all’adorazione per tutta la giornata. Emozionante iniziare e riprendere la mattinata con l’invocazione allo Spirito e un canto Eucaristico proposti dalle sorelle Adoratrici. Emozionante vedere più di quaranta Suore, provenienti dalle diverse Case presenti nel nostro territorio, tornare a manifestar loro solidarietà e vicinanza. Emozionante trattare il tema della Trasfigurazione sopra questo monte di radicalità evangelica, di fedeltà e obbedienza al carisma, di apertura sincera all’ascolto umile e operoso.

Read more...

Il linguaggio dei giovani

SGUARDO PASTORALE

Il linguaggio dei giovani

zennaÈ necessario parlare ai giovani con il loro linguaggio. Si tratta di una acquisizione non tanto nuova, ma che ha interpellato i preti della diocesi nei giovedì di queste settimane dedicati alla formazione permanente. Ma qual è il linguaggio dei giovani? Di primo acchito si potrebbe pensare alle frivolezze e alle volgarità che essi usano nel comunicare tra loro, oppure ai neologismi creati per adeguarsi alle esigenze dei social. In realtà il termine “linguaggio” va riferito non soltanto alle parole ma all’insieme degli elementi che permettono la comunicazione, il dialogo, l’incontro. Un primo elemento è costituito dall’ambito culturale, fatto di gesti condivisi e di abitudini comportamentali. Al giovane piace la musica, ci vive dentro; il giovane si appropria di alcuni spazi, dove sente protetta la sua originalità; abita fuori casa, anche quando sta nel chiuso della propria stanza, e si ascolta attraverso il racconto degli altri; esprime insicurezza e timidezza proprio quando snobba le idee degli adulti, fossero pure i propri genitori. Un altro elemento è costituito dall’uso nativo della tecnologia, sintetizzata dallo smartphone sempre più veloce, più definito, più versatile.

Read more...

Subcategories

Cappella-Memoria-finita-modulo

Riferimenti

Ufficio per il coordinamento della Pastorale diocesana

Direttore: Zenna mons. Francesco, Vicario generale

Segreteria: Gradara Bruno, collaboratore volontario

 

Commissione per l'anno Giubilare della Misericordia

Coordinatore: Marin don Danilo

Membri: Baron Emil, Bellemo Pierluigi, Busetto don Angelo, Fecchio Frediana, Forzato Massimo, Gibbin Attilio, Greggio Filippo, Kii sr. Sophia, Marangon Fabio, Mucciardi p. Cesare, Salvagno Ismaele, Zenna don Francesco.

Archivio

L’Archivio diocesano (via Perottolo 1) contiene materiale documentario di 9 secoli di storia della diocesi suddiviso in 4 fondi: Proprio dei vescovi, Archivio capitolare, Fabbriceria del duomo e Miscellanea, oltre a quello del Seminario.

Biblioteca

La biblioteca diocesana (nello stesso edificio) con 35.200 volumi e 3.000 opuscoli, in genere di carattere teologico, documenta le varie fasi dal 1500 al Concilio Vaticano II. Si integra col Museo per l’esposizione di edizioni pregiate.

Museo

Sorge accanto alla cattedrale in un edificio a U realizzato a fine anni '90 che s'innesta al Palazzo vescovile. Dedicato ai patroni Felice e Fortunato, si compone di 4 sezioni: storica, iconografica, argenteria, oggetti devozionali

Pinacoteca

Nel complesso Trinità (Piazza XX Settembre) l’oratorio del 1500 conserva tele di Piazza, Benfatti, Palma, Vicentino (1600); la chiesa (di Tiralli, 1707) ha dipinti di Mariotti, Vicentino, Damini e altri (60 tele, più statue e reperti).