Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità (clicca per leggere) alla direttiva europea 2009/136/CE.

Diocesi di Chioggia

Bibbia Edu

Caldieri-banner

-- Briciole di Pastorale -- 3° Pasqua 2017

III-Pasqua

Osservatorio speciale

SGUARDO PASTORALE

Osservatorio speciale

zennaLa Pasqua ci offre un osservatorio del tutto speciale sulla realtà. Lo meditavamo con i cooperatori salesiani proprio ieri, commentando il racconto dei discepoli di Emmaus. Il passo teso e sfiduciato, che li sta portando indietro nella loro ricerca della verità, incrocia quello forte e illuminante di Gesù, che si accompagna per introdurli alla comprensione delle Scritture da una prospettiva nuova, quella della risurrezione. Il cuore deluso e amareggiato, che impedisce loro di credere anche alla testimonianza degli amici, riprende inconsapevolmente ad ardere nell’incontro con quello del Maestro, che amorevolmente li rimprovera di non saper guardare partendo dall’esperienza della risurrezione. La mente ottenebrata, che teme i fantasmi della notte, riesce a scrollarsi di dosso la paura del futuro quando i gesti e le parole del Viandante fanno rivivere il mistero di quella cena che preparava e riassumeva l’evento della Pasqua.

Read more...

Il cammino del credere

SGUARDO PASTORALE

Il cammino del credere

don-zenna-instagramCi sono ancora giovani che si confessano. Ricordo che l’argomento principale nelle confessioni di qualche decennio fa era la difficoltà a vivere bene la propria sessualità, conseguenza di un’educazione morale molto rigida su questa esperienza. Oggi ti propongono i loro dubbi circa il mistero della risurrezione, e quindi sulle radici stesse della nostra fede.

In realtà non abbiamo prove certe che Gesù crocifisso sia tornato a vivere; provare storicamente la realtà della risurrezione non è stato lo scopo primario degli evangelisti, che hanno voluto piuttosto annunciarla, presentandola nel suo significato per la propria esistenza. Allora la nostra fede nella risurrezione si basa sulle loro esperienze di incontro con il Risorto, trasmesse di generazione in generazione. Andando a leggere i Vangeli notiamo che essi stessi hanno fatto fatica a credere. Non basta vedere per credere. È necessario essere introdotti, come fece Gesù con i discepoli di Emmaus, all’interpretazione della Scrittura per cogliere l’evento della Risurrezione come compimento delle promesse divine. E non si tratta di una lezione cattedratica, né di un’esegesi dimostrativa e apologetica, quanto piuttosto di un percorso meditativo che fa “ardere il cuore” e lo prepara all’assenso e alla testimonianza.

Read more...

Quattro anni di pontificato

SGUARDO PASTORALE

Quattro anni di pontificato

elezione papa francesco“Fratelli e sorelle, buona sera!” sono le prime parole “urbi et orbi”, rivolte cioè ai cittadini di Roma e al mondo intero, del card. Giorgio Mario Bergoglio eletto papa nel Conclave del 13 marzo 2013. Iniziava una nuova era pastorale ben delineata dalla scelta del nome: Francesco, il poverello di Assisi. Prima di donare la sua benedizione invocava su di sé quella del popolo “per iniziare insieme, nella reciprocità, un cammino di vera fratellanza”. “Una chiesa povera per i poveri” continua ad essere il leitmotiv dei suoi messaggi, perché è il sogno coltivato nell’altra parte del mondo, da cui proviene, in risposta alle prepotenze degli stati e allo logica dello scarto che non risparmia gli esseri umani. “Misericordia” è l’espressione chiave del nuovo pontificato: Francesco le dedica un Giubileo straordinario che, per la prima volta, apre non a Roma ma a Bangui, capitale della Repubblica Centrafricana, una “periferia” tra le più disastrate del pianeta. “Ponti non muri” sono quelli che egli si sente chiamato a erigere, fedele al suo titolo di pontefice, architetto di “ponti”: nel 2014 ha pregato sul muro che divide Palestina ed Israele, nel 2016 ha celebrato la messa presso il muro che divide Stati Uniti e Messico. Con la prima Enciclica “Lumen Fidei” si pone in continuità con Benedetto XVI, suo predecessore, ma sarà l’Esortazione “Evangelii gaudium” il testo programmatico del suo servizio pastorale. Con essa si assume il compito di “generare processi” non di occupare spazi, soprattutto quelli del potere e dell’intransigenza: processi di missionarietà, processi di integrazione, processi di testimonianza credibile e annuncio coraggioso e gioioso del Vangelo.

Read more...

La morale del mercato

SGUARDO PASTORALE

La morale del mercato

ZENNAAbbiamo concluso il corso di morale sociale alla scuola di formazione teologica. Dopo aver studiato, attraverso le encicliche dei papi, le diverse fasi dell’insegnamento della Chiesa sulle questioni che attengono alla vita e all’organizzazione della società, siamo approdati all’esortazione apostolica Evangelii Gaudium di papa Francesco. Pur essendo stata scritta per rilanciare la missione evangelizzatrice della Chiesa, essa ha pagine illuminanti anche su questioni prettamente sociali.

Ci siamo soffermati ad analizzare soprattutto alcune sue affermazioni circa il mercato e le malattie che esso può contrarre quando non è guidato da un chiaro riferimento etico. Questo riferimento è la persona e i suoi diritti fondamentali, per cui non dovrebbe mai dare vita a “un’economia di esclusione e di diseguaglianza”. In realtà oggi fa più notizia il ribasso di un titolo in borsa che la morte di un clochard, si giustifica lo spreco o la distruzione di prodotti alimentari, a fronte di gente che muore di fame, per non far saltare le leggi del mercato. La persona viene dopo, non è più importante, si può benissimo “gettare”. Ciò che conta è il benessere, e ciò che lo impedisce o lo frena va scartato. Ci siamo talmente abituati a questa logica, è talmente iscritta nei meccanismi della difesa del “bene privato”, che la conseguente sofferenza dell’altro non ci colpisce più, ne siamo diventati indifferenti. Le relazioni più importanti le abbiamo stabilite con il denaro, idolatrato quasi nuovo “vitello d’oro”, e ci sottomettiamo alla sua dittatura perdendo i nostri stessi connotati di esseri umani. Il concetto di proprietà privata, che giustifica l’autonomia dei mercati e la stessa speculazione finanziaria, non può soffocare il grido di giustizia di tutti coloro che sono impossibilitati ad accedere ai beni essenziali per la propria sopravvivenza. Il mercato, il denaro, la proprietà devono essere messe al servizio e non costituire forme striscianti di potere, scandalosamente alimentate dalla corruzione.

Read more...

Umanesimo europeo

SGUARDO PASTORALE

Umanesimo europeo

don-zenna-instagramIn occasione del 60° anniversario dei Trattati di Roma, che dettero il via alla comunità europea, i leader dei diversi Stati hanno fatto visita al pontefice, riconoscendo non solo il carisma umano di Bergoglio ma anche l’autorevolezza etica della Chiesa. Particolarmente efficace il discorso tenuto da papa Francesco per ricordare che l’umanesimo europeo, dopo gli anni bui della seconda guerra mondiale, basò il proprio progetto sulla centralità della persona: politica, economia, cultura a misura d’uomo e a favore dell’uomo. Avrei voluto dirlo anch’io venerdì 24 ai convenuti presso il mercato orticolo di Brondolo in occasione dell’evento dedicato al principe degli orti, il radicchio di Chioggia IGP ed alle altre eccellenze del territorio. Non mi è stata data la parola. Sono stato invitato ad aprirlo con una benedizione, che ha avuto più il sapore di una cerimonia prescritta che di un incontro con le radici di quei valori che si volevano veicolare. Il termine ricorrente fu l’avverbio “insieme”, ma la preoccupazione principale quella stessa che il papa ha definito come una tentazione: preoccuparsi prevalentemente sulle necessità produttive, economiche e finanziarie.

Read more...

Subcategories

Riferimenti

Ufficio per il coordinamento della Pastorale diocesana

Direttore: Zenna mons. Francesco, Vicario generale

Segreteria: Gradara Bruno, collaboratore volontario

 

Commissione per l'anno Giubilare della Misericordia

Coordinatore: Marin don Danilo

Membri: Baron Emil, Bellemo Pierluigi, Busetto don Angelo, Fecchio Frediana, Forzato Massimo, Gibbin Attilio, Greggio Filippo, Kii sr. Sophia, Marangon Fabio, Mucciardi p. Cesare, Salvagno Ismaele, Zenna don Francesco.

Archivio

L’Archivio diocesano (via Perottolo 1) contiene materiale documentario di 9 secoli di storia della diocesi suddiviso in 4 fondi: Proprio dei vescovi, Archivio capitolare, Fabbriceria del duomo e Miscellanea, oltre a quello del Seminario.

Biblioteca

La biblioteca diocesana (nello stesso edificio) con 35.200 volumi e 3.000 opuscoli, in genere di carattere teologico, documenta le varie fasi dal 1500 al Concilio Vaticano II. Si integra col Museo per l’esposizione di edizioni pregiate.

Museo

Sorge accanto alla cattedrale in un edificio a U realizzato a fine anni '90 che s'innesta al Palazzo vescovile. Dedicato ai patroni Felice e Fortunato, si compone di 4 sezioni: storica, iconografica, argenteria, oggetti devozionali

Pinacoteca

Nel complesso Trinità (Piazza XX Settembre) l’oratorio del 1500 conserva tele di Piazza, Benfatti, Palma, Vicentino (1600); la chiesa (di Tiralli, 1707) ha dipinti di Mariotti, Vicentino, Damini e altri (60 tele, più statue e reperti).