Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità (clicca per leggere) alla direttiva europea 2009/136/CE.

Diocesi di Chioggia

Bibbia Edu

Caldieri-banner

- Briciole di Pastorale - IV° Quaresima 2017

IV-Quaresima-17

Strumenti di lotta alla povertà

PROPOSTA FORMATIVA CARITAS

Utile incontro sui Livelli essenziali di assistenza e di prestazioni

Strumenti di lotta alla povertà

Incontro-CaritasI tempi che stiamo vivendo sono di profonde trasformazioni anche per il nuovo assetto che si sta profilando per i servizi socio sanitari alle persone. Due importanti novità stanno ricollocando le riflessioni sulle modalità con le quali gli enti preposti alla cura della persona si pongono di fronte ai soggetti in situazione di marginalità e/o di disagio. Da una parte la definitiva approvazione del Governo dei L.E.A. cioè il Livelli Essenziali di Assistenza, che uniformano per tutto il territorio italiano le prestazioni sanitarie. Entrano in questo ‘paniere’ di prestazioni alcune cure che prima non erano comprese, come ad esempio la fecondazione assistita o la cura di malattie rare che comportavano ingenti spese per terapie e farmaci che prima non venivano coperti dal Servizio Sanitario Nazionale. Resta ancora un vuoto normativo e legislativo per quel che riguarda i L.E.P. i Livelli Essenziali di Prestazioni che riguarda la dimensione più propriamente sociale e socio sanitaria, come ad esempio l’inserimento di minori in comunità i centri contro l’abuso e i centri anti violenza alle donne. In realtà dobbiamo riconosce che nel campo del sociale il Governo Renzi e in continuità l’attuale Governo Gentiloni, per la prima volta nella storia della Repubblica ha promosso un Piano Organico di Lotta alla Povertà. In questo contesto si andranno ad introdurre misure organiche e strutturali per combattere il fenomeno della povertà e del disagio sociale. Questo bisogna riconoscerlo e dare atto che nel citato settore saranno destinate risorse non occasionali nel bilancio del Governo Centrale. In questa linea si andrà a lavorare – ad esempio – per la riqualificazione delle periferie urbane, per la grave marginalità, per i senza fissa dimora. Intanto da settembre del 2016 è diventata operativa una misura strutturale che diventa il primo passo verso una definizione di quello che viene definito reddito di cittadinanza.

Read more...

“Cibo, educazione, persona”

Emporio della solidarietà: incontro pubblico sulla sussidiarietà

“Cibo, educazione, persona”

locandina-emporioSi è svolta martedì 7 marzo la 3ª edizione dell’incontro pubblico dedicato al tema della sussidiarietà. Questa edizione, dal titolo “Emporio della solidarietà: cibo, educazione, persona”, è stata tenuta come le precedenti - la prima rivolta sulla sussidiarietà nei suoi tratti generali (2015) e, successivamente, sul rapporto tra sussidiarietà e salute (2016) - nel teatro S.Martino di Sottomarina; ed è stata dedicata all’Emporio come portato nel territorio dell’Anno della Misericordia, e approdo (come si evince dalla sua etimologia greca classica) per quanti, naufraghi non solo sotto un profilo economico, attraverso esso si riappropriano del bene più importante: la dignità della persona.

L’avv. Patrizia Trapella, assessore alla Sussidiarietà e ai Servizi Sociali del Comune di Chioggia, pur in un tempo di riduzione del fondo delle politiche sociali e non autosufficienze, ha evidenziato che un elemento sostanziale rilevante delle politiche sociali con riferimento al welfare rigenerativo segue il percorso che responsabilizza l’individuo per ricostruire socialmente nel tempo la persona. L’azione integrata dell’Amministrazione verso chi si trova in stato di indigenza è rivolta a quanti versano in una situazione di “povertà grigia”. Sono essi coloro i quali non si trovano in una condizione economica che provoca esclusione totale e dipendenza. Ciò avviene in un’epoca nella quale, a causa di una situazione economica foriera di strascichi permanenti, l’erogazione di sussidi per situazioni economiche svantaggiose rivolto a 160-170 famiglie, ha una crescita di domande di accesso. La verifica dei requisiti è rivolta a una pluralità di fattori che non si limitano alla produzione formale di documenti, ma è finalizzata a conoscere la situazione reale e complessiva per l’effettiva risposta al bisogno.

Read more...

La “Lotta alla povertà”

CARITAS - 12 marzo: una proposta formativa sulle nuove prospettive

La “Lotta alla povertà”

I tempi che stiamo vivendo sono di profonde trasformazioni anche per il nuovo assetto che si sta profilando per i servizi sociosanitari alle persone. Due importanti novità stanno ricollocando le riflessioni sulle modalità con le quali gli enti proposti alla cura della persona si pongono di fronte ai soggetti in situazione di marginalità e/o di disagio. Da una parte la definitiva approvazione del Governo dei L.E.A. cioè i Livelli Essenziali di Assistenza, che uniformano per tutto il territorio italiano le prestazioni sanitarie. Entrano in questo ‘paniere’ di prestazioni alcune cure che prima non erano comprese, come ad esempio la fecondazione assistita o la cura di malattie rare che comportavano ingenti spese per terapie e farmaci che prima non venivano coperti dal Servizio Sanitario Nazionale. Resta ancora un vuoto normativo e legislativo per quel che riguarda i L.E.P. (Livelli Essenziali di Prestazioni) che riguarda la dimensione più propriamente sociale e sociosanitaria, come ad esempio l’inserimento di minori in comunità, i centri contro l’abuso e i centri anti violenza alle donne.In realtà dobbiamo riconoscere che nel campo del sociale il Governo Renzi e, in continuità, l’attuale Governo Gentiloni, per la prima volta nella storia della Repubblica, hanno promosso un Piano Organico di Lotta alla Povertà. In questo contesto si andranno ad introdurre misure organiche e strutturali per combattere il fenomeno della povertà e del disagio sociale. Questo bisogna riconoscerlo e dare atto che nel citato settore saranno destinate risorse non occasionali nel bilancio del Governo. In questa linea si andrà a lavorare – ad esempio – per la riqualificazione delle periferie urbane, per la grave marginalità, per i senza fissa dimora.

Read more...

Immigrazione oggi

Intervento del direttore della Caritas di Chioggia don Marino Callegari alla Conferenza sulla immigrazione organizzata a Rovigo dal Pd il 2 marzo 2017

 ROVIGO Giovedì 2 marzo 2017 ore  21,00  Sala Gran Guardia - Conferenza Immigrazione PD

I dati del Ministero dell’Interno Illustrano la situazione relativa al numero dei migranti sbarcati fino al 10 febbraio 2017, con ulteriori specifiche. Eravamo a quota 9.500 (ora molti di più) rispetto allo stesso periodo del 2016 (6.030) e del 2015 (3.813).  395 minori stranieri non accompagnati. I porti maggiormente interessati a questi sbarchi sono stati Augusta, Catania, Trapani, Reggio Calabria e Lampedusa. Il totale delle presenze accolte nel 2016 è di 175.217 di cui 136.079 nei CAS 23.717 negli SPRAR 14.216 nei centri governativi di prima accoglienza e 1.205 hotspots.  La distribuzione territoriale vede la Lombardia come prima Regione (13%) seguita da Lazio,Veneto,Piemonte, Campania e Sicilia (tutte intorno all’8%).  Quanto alle ricollocazioni dall’Italia ad altri paesi europei sul totale di 7629 di persone che dovevano essere ricollocate in paesi europei solo 2964 sono state ricollocate.

A partire da questi dati, io vorrei fare alcune considerazioni, tre sostanzialmente.

Read more...

Un “nuovo” emporio per dire la Misericordia

EVENTO IN DIOCESI

Inaugurazione ufficiale dell’Emporio della solidarietà a B. S. Giovanni

Un “nuovo” emporio per dire la Misericordia

emporioAnche la Diocesi di Chioggia si è inserita nel grande fiume di gesti e segni che ha caratterizzato il volto delle Diocesi Italiane nell’Anno Giubilare della Misericordia. Una traccia di eventi e opere che ha contraddistinto il magistero episcopale del Vescovo Adriano e che ha portato a pensare e strutturare segni e gesti su situazioni che richiedevano attenzione e progettualità delle comunità cristiane. Dalla Comunità Familiare nell’anno 2010 alla Comunità Educativa – che si è specializzata nella disabilità e nell’accoglienza di minori problematici – fino ai due gesti Giubilari che hanno visto la luce ad agosto 2016 con una Casa di Accoglienza per senza fissa dimora, nell’ambito di un sistema di housing sociale, e ad oggi l’apertura e la presentazione alla Diocesi dell’Emporio della Solidarietà che è stato inaugurato ufficialmente sabato 21 gennaio a Chioggia. L’Emporio della Solidarietà rappresenta la conclusione di un cammino che, nelle parrocchie e nei Centri di Ascolto Caritas, ha focalizzato la sua attenzione sul senso dell’aiuto alimentare e sulla effettiva valenza educativa che ha oggi la distribuzione di viveri a persone che versano in stato di necessità.

Read more...

Riferimenti

Caritas Diocesana

Sede: Calle Seminario 740, 30015 Chioggia (VE)

Tel. 041.403066 - Fax. 041.5570073

E-mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Direttore: Callegari don Marino

Segreteria: Gibbin Attilio

Segreteria front office: Avanzi Francesca

Segreteria per Centri di ascolto e Osservatori Povertà: Gibbin Attilio e Girotto Claudia

 

Servizi:

Rapporto con istituzioni ed enti pubblici, enti privati e nonprofit:  Callegari don Marino

Centri di ascolto per tutta la diocesi: Gibbin Attilio

Sportello Badanti: Bellino Mario

Fondo di solidarietà per la diocesi: Gibbin Attilio

Sportello di solidarietà Rosolina: Ruzza Amelio

Sportello di solidarietà Veneziano: Boscolo Celeste e Boscolo Angelo

Mediazione linguistico-culturale: De Guarrini Federica

Servizio rifugiati e richiedenti asilo: Perini Bruno e Elena Favaretto

Rapporto 8xmille e Housing sociale: Naccari Carlo Maria

Equipe Caritas: Boscolo Celestino, Callegari don Marino, Janes rodolfo, de Bei Mattia, Gibbin Attilio, Naccari Carlo Maria

 

Associazione Carità Clodiense Onlus

(gestione servizi-segno della Caritas)

Sede legale: Rione Duomo 1006, 30015 Chioggia (VE)

Sede operativa: Calle Seminario 740, 30015 Chioggia (VE)

Tel. 041.403066 - Fax 041.5507073

Presidente e legale rappresentante: Callegari don Marino

Consiglio Direttivo e di Amministrazione: Avanzi Francesca, Casson Roberto, Gibbin Attilio

 

Comunità familiare "Le Acque di Siloe"

Sede: Rione S. Andrea 851, 30015 Chioggia (VE)

Tel. 041.402393 - E-mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Responsabile: De Bei Mattia

Archivio

L’Archivio diocesano (via Perottolo 1) contiene materiale documentario di 9 secoli di storia della diocesi suddiviso in 4 fondi: Proprio dei vescovi, Archivio capitolare, Fabbriceria del duomo e Miscellanea, oltre a quello del Seminario.

Biblioteca

La biblioteca diocesana (nello stesso edificio) con 35.200 volumi e 3.000 opuscoli, in genere di carattere teologico, documenta le varie fasi dal 1500 al Concilio Vaticano II. Si integra col Museo per l’esposizione di edizioni pregiate.

Museo

Sorge accanto alla cattedrale in un edificio a U realizzato a fine anni '90 che s'innesta al Palazzo vescovile. Dedicato ai patroni Felice e Fortunato, si compone di 4 sezioni: storica, iconografica, argenteria, oggetti devozionali

Pinacoteca

Nel complesso Trinità (Piazza XX Settembre) l’oratorio del 1500 conserva tele di Piazza, Benfatti, Palma, Vicentino (1600); la chiesa (di Tiralli, 1707) ha dipinti di Mariotti, Vicentino, Damini e altri (60 tele, più statue e reperti).