SETTIMANA DI PREGHIERA PER L’UNITA’ DEI CRISTIANI

Settimana di responsabilità

Dal 18 al 25 gennaio, sul tema: “Cercate di essere veramente giusti”

ecumenismo-libretto-19
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Preceduta in Italia, il 17 gennaio, dalla XXX Giornata per l’approfondimento e lo sviluppo del dialogo tra cattolici ed ebrei (che ha per tema il Libro di Ester), si svolgerà come ogni anno in tutto il mondo cristiano dal 18 al 25 gennaio la “Settimana di preghiera per l’’Unità dei cristiani”. Tema centrale è l’invito tratto da Deuteronomio 16,18-20: “Cercate di essere veramente giusti”, con la serie di testi scelti e proposti da un gruppo di rappresentanti delle varie comunità cristiane di Indonesia. Una settimana che – come scrivono concordemente i responsabili delle varie Chiese italiane nel sussidio comune – è “piena di gioia e di commozione, di responsabilità e di dovere, poiché ha come scopo la realizzazione della volontà del nostro Salvatore Gesù Cristo: ‘Che tutti siano una cosa sola’ (Gv 17,21)”. Nella nostra diocesi – in particolare per le comunità di Chioggia e Sottomarina, ma anche per quanti altri possono aggiungersi – rimane come punto di riferimento la celebrazione eucaristica quotidiana delle ore 18 nella basilica cittadina di San Giacomo, mentre nelle altre chiese cittadine la messa vespertina dei giorni feriali è sospesa e in diocesi ogni parrocchia è comunque invitata a riflettere e pregare per l’unione dei credenti in Cristo. Novità di quest’anno saranno, a Chioggia, la presenza – venerdì 18 – di un teologo dell’ecumenismo, che illustrerà la situazione attuale del dialogo ecumenico in rapporto alle diverse confessioni, e l’intervento – sabato 19 – di un prete ortodosso, che proporrà una sua riflessione sul tema del giorno. Tra i celebranti, oltre al vescovo e al vicario generale, sono stati invitati alcuni dei sacerdoti che hanno avuto un recente incarico pastorale in città.

Questo il calendario completo degli appuntamenti, con il tema della giornata e i celebranti:

Venerdì 18 gennaio: “Il diritto scorra come acqua di sorgente” (letture: Amos 5,22-25; Lc 11, 37-44): celebra l’eucaristia, con brevissima riflessione, il delegato per l’ecumenismo mons. Vincenzo Tosello; segue subito dopo, alle 18.30, la relazione di circa 45 minuti del prof. Simone Morandini (vicepreside dell’Istituto Studi ecumenici San Bernardino di Venezia e docente alla Facoltà teologica del Triveneto), che farà il punto sul dialogo ecumenico: sarà senz’altro utile restare ad ascoltare questo autorevole intervento che ci aggiornerà sui rapporti con le diverse confessioni cristiane, questione complessa e poco conosciuta su cui è importante ricevere almeno qualche informazione di base.

Sabato 19 gennaio: “Semplicemente dite “sì” quando è “sì” e “no” quando è “no”” (Ef 4,22-25, Mt 5,33-37): presiede l’eucaristia il delegato per l’ecumenismo; l’omelia viene poi proposta da padre Giovanni Gutaion della chiesa ortodossa-rumena. Pur essendo sabato – per cui la messa prefestiva si svolge anche nelle altre chiese – l’invito a partecipare a questa celebrazione è esteso a tutti, come segno di fraterna ospitalità ecumenica (padre Giovanni celebra regolarmente nella chiesa del Cimitero di Chioggia, messa a disposizione dalla diocesi anche per la comunità ortodossa-rumena).

Domenica 20 gennaio: “Il Signore è bontà e misericordia con tutti” (Salmo 145, 8-13; Mt 1,1-17). Tutte le comunità sono invitate a tenere presente l’intenzione ecumenica in ogni celebrazione festiva; è possibile, in una di queste, adottare il formulario previsto della Messa per l’Unità dei cristiani, utilizzando le letture previste per la giornata o anche quelle della domenica.

Lunedì 21 gennaio: “Contentatevi di quel che avete” (Ebr 13,1-5; Mt 6, 25-34): presiede l’eucaristia e tiene l’omelia mons. Francesco Zenna, vicario generale.

Martedì 22 gennaio: “Portate il lieto messaggio ai poveri” (Amos 8,4-8; Lc 4,16-21): presiede l’eucaristia e tiene l’omelia mons. Danilo Marin, arciprete della cattedrale.

Mercoledì 23 gennaio: “Il suo nome è: Il Signore dell’universo” (Ger 19,12-16; Mc 16,14-15): presiede l’eucaristia e tiene l’omelia don Simone Zocca, coordinatore della pastorale diocesana.

Giovedì 24 gennaio: “O donna, davvero la tua fede è grande!” (1 Sam 1,13-17; Mt 15,21-28): presiede l’eucaristia e tiene l’omelia don Giovanni Vianello, rettore del Seminario.

Venerdì 25 gennaio (Festa della Conversione di San Paolo): “Il Signore è mia luce e mia salvezza” (Salmo 27,1-4; Gv 8,12-20): presiede l’eucaristia conclusiva della settimana il vescovo mons. Adriano Tessarollo.

(Vito)