Perché il pellegrinaggio

Giornata-Mondiale-Malato-2017
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

UNITALSI. Il 30 aprile a Lourdes

Perché il pellegrinaggio

Mettersi in viaggio verso Lourdes significa: compiere un cammino aperto alla ricerca, all’approfondimento e alla fede; manifestare il desiderio di una radicale conversione del cuore; impegnarsi in un rapporto di disponibilità verso i malati, i pellegrini; pregare in compagnia di Maria, guida e aiuto all’ascolto di Dio. Ogni pellegrino ha un suo punto di partenza dal momento in cui si decide di vivere questa esperienza di fede, di ricarica interiore e di condivisione della sofferenza con le persone che, segnate dalla malattia, ricercano a Lourdes conforto, serenità e vicinanza da parte del personale dell’Unitalsi, Sorelle, Barellieri e Sacerdoti.

A Lourdes non ci si sente soli e nemmeno “fuori casa” perché la fede e il desiderio di lasciarsi raggiungere dalla presenza di Dio che passa in tutti, attraverso la preghiera, la partecipazione all’Eucaristia, al Sacramento della Confessione, all’Adorazione Eucaristica e alle altre occasioni che si vivono in quel luogo, riempiono il vuoto che a volte si crea per la fatica del quotidiano. Quest’anno il primo pellegrinaggio a Lourdes sarà dal 30 aprile al 5 maggio in treno e parteciperà Sua Eminenza Francesco Moraglia, Patriarca di Venezia. Sono aperte le iscrizioni, per informazioni: Rina 0426 52513, cell. 349 4330741, Santina 0426 82410, Doriana 041 967387, Paola 041 402418; Segreteria in Seminario tutti i martedì ore 10-12.