Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità (clicca per leggere) alla direttiva europea 2009/136/CE.

Diocesi di Chioggia

Bibbia Edu

Caldieri-banner

-- Briciole di Pastorale -- XIII Tempo Ordinario 2017

XIII-ordinario-2017

Terra Santa 2017

PELLEGRINAGGIO DIOCESANO

DAL 03 AL 10 NOVEMBRE 2017

guidato dal Vescovo Adriano Tessarollo

Terra-Santa8 giorni con volo di linea da Venezia

La Terra Santa non è una meta come tutte le altre. Culla di civiltà millenarie, è una terra resa santa dalla vita di Gesù ma anche dalla nascita e dallo sviluppo delle prime comunità cristiane.

Clicca Qui per saperne di più

Scozia Classica 2017

 Scozia Classica

scozia

Dal 4 all’ 11 Luglio 2017

Tour di 8 giorni e 7 notti

Voli di linea da Venezia

Una regione sempre più celebrata per la bellezza dei suoi paesaggi, l’insuperabile splendore delle colline e dei castelli che vi sorgono. Insomma assolutamente da visitare! Numerosissimi i monasteri e le abbazie da visitare in questa regione, e qui vi indichiamo i principali luoghi della fede da vedere e non perdere per nulla al mondo!

Clicca Qui per saperne di più

PELLEGRINAGGI 2016 - ROMA & USA

PELLEGRINAGGI DIOCESANI 2016

GIUBILEO DELLA MISERICORDIA A ROMA

VIAGGIO IN USA

L’ufficio pellegrinaggi per l’anno 2016 propone innanzitutto un pellegrinaggio giubilare a Roma di 3gg dal 14 al 16 giugno.

Il 15 giugno infatti la diocesi parteciperà all’udienza pontificia e il vescovo Adriano presiederà una solenne concelebrazione alle ore 17 in San Pietro all’altare della Cattedra.

Come viaggio culturale, invece, ha organizzato un tour negli Stati Uniti, comprendente New York, Washington, Philadelphia e Cascate del Niagara.

Per facilitare le persone impegnate con la scuola si sono scelte le date dal 17 al 26 agosto.

Clicca per scaricare le proposte:       GIUBILEO ROMA              VIAGGIO USA

Read more...

Sotto il cielo di Fatima

IL PELLEGRINAGGIO COL VESCOVO ADRIANO

Sotto il cielo di Fatima

FATIMAIl nome Fatima basta a richiamare all’immaginario collettivo un’oasi di pace, legata alle apparizioni mariane e alla danza del sole con cui si concluse quella del 13 ottobre 1917. Oasi di pace è stata anche per noi, gruppo di 31 pellegrini – 16 di Chioggia e 15 di Padova, guidati spiritualmente dal vescovo Adriano Tessarollo, dietro espressa richiesta dell’agenzia Caldieri viaggi di Monselice – nei giorni 3-6 novembre. Effettivamente a Fatima si ha la percezione che il soprannaturale si sia piegato sulla Conca d’Iria, fino a toccare un suolo umile e sassoso, rivestito di elci e ulivi. Lo ricordano ogni giorno i rintocchi che si elevano dalla torre campanaria della Basilica del Rosario – al mattino, a mezzogiorno e a sera – sulle note del canto ‘Il 13 maggio apparve Maria…’.

Quando il visitatore arriva in Portogallo si accorge di essere in una fascia di terra affacciata all’Atlantico (l’antica terra dei Lusitani conquistata dai Romani nel 139 a. C.). Ai suoi occhi si stende un paesaggio ondulato, dove i sopraelevamenti tettonici sembrano essere stati limati dalla forza degli agenti atmosferici. Si è accolti da un popolo gentile e ospitale, volto ancora alla pesca e alla pastorizia, impegnato però ad affermare anche lo sviluppo industriale. Ogni portoghese è fiero della tenacia dei suoi navigatori (Vasco de Gama, Enrico ‘il navigatore’) e dell’espansione coloniale seguita alla scoperta dell’America. Le architetture dei principali monumenti palesano nel loro stile segni della secolare dominazione araba e poi di quella spagnola. La faticosa conquista della libertà e la nascita della nazione portoghese sono in parte narrate nell’epopea ‘Os Lusìadas’ di Luis de Camões.

Read more...

Testimoni del Risorto

Terra Santa-1Testimoni del Risorto

Finalmente! Da più di un anno attendevamo questo pellegrinaggio nella terra di Gesù. Un segno forte è stato il regalo che i sacerdoti nostri confratelli in questa diocesi ci hanno offerto per l’entrata nel presbiterio diocesano. Paura di volare, grande trepidazione, grande curiosità, desiderio di incontrarLo, sono stati i sentimenti che hanno preceduto il nostro partire per la Terra Santa. La prima celebrazione eucaristica nella Basilica dell’Annunciazione a Nazareth, quindi la Basilica della Trasfigurazione, e ancora il deserto di Giuda, e il monte delle tentazioni; quindi la grotta di Betlemme contemplando il Natale del Signore, il Cenacolo meditando sull’Ultima Cena e l’istituzione dell’Eucaristia, il Santo Sepolcro ricolmati della gioia di Pasqua, ed infine assieme ai discepoli di Emmaus, nel luogo presunto in cui i tre viandanti si sono fermati per la cena.

La celebrazione eucaristica ha dato il ritmo alla visita dei luoghi centrali della fede cristiana, certo poi le altre importanti chiese: Beatitudini, Magnificat, Benedictus, Nozze di Cana, il primato di Pietro, il lago di Tiberiade... Il percorso spirituale proposto ci ha introdotti piano piano del mistero del Dio Trinità e del Figlio che si è incarnato per noi e per la nostra salvezza. Ma non solo ha vissuto come noi per trent’anni, ma poi ha iniziato a percorrere tutte le strade per annunciare la buona novella, Egli desidera solo la nostra comunione con Lui, attraverso la fraternità. Allora le tante chiese che sorgono in quella terra martoriata da discordie e divisione vogliono essere il segno, il memoriale del passaggio del Figlio di Dio su quella terra.

Cultura, storia, spiritualità, quella vecchia Bibbia sempre a portata di mano (del vescovo Adriano, ndr), che da qualche decennio viaggia tra Italia e Palestina, sono il segno che veramente il Verbo, che da sempre era presso Dio, si è incarnato, ha sofferto ma distruggendo la morte ci ha donato la vita eterna.

Colori, profumi, tantissime diversità, contraddizioni, eppure proprio lì sei voluto nascere, ma da lì poi sei partito per essere presente in chiunque ascolta quella tua parola e la vive.

Read more...

Pellegrinaggio diocesano in Terra Santa con il vescovo Adriano

Pellegrinaggio diocesano in Terra Santa con il vescovo Adriano

Terra-SantaIl fascino della Palestina

Andare in Terra Santa è stato per me fare esperienza della reale presenza di Dio nella storia dell’uomo. Dal 20 al 27 agosto 2015, assieme al vescovo Adriano e con una trentina di pellegrini della diocesi di Chioggia, ho lasciato i miei ordinari impegni per diventare pellegrina dello Spirito.

L’incontro con Gesù, per i cristiani, avviene ovunque si celebri l’Eucaristia, ma ripercorrere le stesse strade, toccare le stesse cose e condividere le stesse emozioni degli apostoli, a duemila anni di distanza, ha un fascino enorme che supera ogni descrizione. Come Pietro, seguo Gesù nel suo viaggio verso Gerusalemme, ascolto le sue parabole, mi commuovo alla vista della città santa, mi incanto sul monte delle Beatitudini. Alquanto suggestiva la sosta iniziale a Cesarea Marittima nel mar Mediterraneo con i resti dell’acquedotto romano e nella collina del Carmelo in un tramonto che va dal rosso intenso all’arancio vivo. Ed ecco le dolci alture di Nazareth, un bel giro sui passi dei luoghi di Maria già brulicanti di altri gruppi sotto un sole implacabile, ma che non turba né distoglie la mia attenzione nel vedere e nel sentire come tutto viene portato davanti ai miei occhi dall’erudizione del vescovo Adriano che sempre abbina al luogo passi del vangelo.

Altro luogo interessante è Megiddo, fortezza e paradiso degli archeologi, uno dei teatri più importanti della storia antica, ricordato nell’Apocalisse (16,16) come luogo dello scontro tra il Bene e il Male alla fine della storia. Sono molti i ricordi indelebili: la cupola della roccia con la calotta dorata che risplende su una base ottagonale dalle suggestive sfumature turchesi; il mar Morto dalle acque blu, bordato da depositi di sale, da rocce rossastre e ciuffi di vegetazione e, per alcuni, il bagno tonificante in acqua salata.

Read more...

Insieme per venerare la Sindone

visita-sindone-oropaIL PELLEGRINAGGIO DIOCESANO A TORINO. Tappe ad Oropa e a Colle don Bosco. Testimonianza

Insieme per venerare la Sindone

Un numeroso gruppo di fedeli della Diocesi di Chioggia nei giorni 16 e 17 maggio ha avuto una speciale fortuna: ritrovarsi alle luci dell’alba per condividere in comunità momenti spirituali e vivere insieme la bellezza d’immagini e di luoghi sacri, a taluni, sconosciuti. Guide spirituali del nostro gruppo: mons. Francesco Zenna, vicario generale della Diocesi; don Giuseppe della comunità di Porto Viro; Suor Katarina del Sacro Volto di Chioggia.

Prima meta del nostro itinerario religioso il maestoso Santuario di Oropa.

Secondo la tradizione l’origine di tale struttura è da collocarsi nel IV secolo, ad opera di S. Eusebio, primo vescovo di Vercelli. Lo sviluppo del Santuario subì diverse trasformazioni nel tempo, fino a raggiungere le monumentali dimensioni odierne.

Read more...

Giornata di fraternità presbiteriale a REDIPUGLIA e SESTO AL REGHENA - 18 GIUGNO 2015

Giornata di fraternità presbiteriale a REDIPUGLIA e SESTO AL REGHENA - 18 GIUGNO 2015 

 

Iscrizioni entro la festa dei Santi – 11 giugno 2015

redipugliaRedipuglia è il più grande Sacrario militare italiano, realizzato su progetto dell'architetto Giovanni Greppi e dello scultore Giannino Castiglioni e inaugurato nel 1938, raccoglie le salme di 100.000 caduti della Grande Guerra. L'opera si presenta come uno schieramento militare con alla base la tomba del Duca d'Aosta, comandante della III Armata, e ai lati quella dei suoi generali. Alle spalle si ergono 22 gradoni che contengono le salme dei caduti noti. Nell'ultimo gradone in due grandi tombe comuni ai lati della cappella votiva, riposano le salme di 60.000 Caduti Ignoti. Nella cappella e nelle due sale adiacenti sono custoditi oggetti personali dei soldati italiani e austro-ungheresi. La memoria individuale della guerra qui diviene collettiva fino a varcare i confini nazionali senza distinzione di bandiera. Questo concetto è ribadito dalla testa in pietra del Cristo dolente, custodito nell'altare della cappella, ritrovato in una dolina del Carso. Pregevole è il rivestimento in marmo nero della Cappella, a simboleggiare una lapide tombale.

abbazziaSylvisAbbazia benedettina Santa Maria in Sylvis. L’Abbazia di Sesto ai bordi occidentali della campagna friulana è una grande costruzione romanica armoniosa e singolare. Il complesso benedettino è il cuore del piccolo borgo situato alla VI pietra miliare (di qui il toponimo Sesto) da Julia Concordia Sagittaria, notevole colonia romana negli ultimi tempi dell’impero. Gli studiosi sono d’accordo nel fissare la data della sua nascita intorno l’anno 735, ad opera di tre fratelli longobardi Erfo, Anto e Marco, figli del duca Pietro e Piltrude. provenienti da Cividale.

 

 

Scarica il Programma completo

Read more...

Alla Sindone

Alla Sindone

sacra-sindonePellegrinaggio diocesano

16-17 maggio 2015

L’amore più grande. Quelle del motto sono parole stesse di Gesù: “Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici”. Il pellegrinaggio si propone come un cammino alla riscoperta di se stessi, delle motivazioni per vivere. L’immagine della sofferenza e della morte di Gesù, che la Sindone testimonia, è però anche un richiamo forte alla vita, a “uscire dalla morte” per incontrare fratelli. Riscoprire la propria vocazione profonda, di uomini e di credenti che diventano capaci di mettersi a servizio del prossimo.

Read more...

Alla Sindone e in Terra Santa

Ufficio Pellegrinaggi

Alla Sindone e in Terra Santa

L’Ufficio diocesano Pellegrinaggi propone due importanti appuntamenti con il supporto della Caldieri Group di Monselice.

Il primo: un pellegrinaggio a Torino con visita alla Sacra Sindone, con il motto “L’amore più grande”, nei giorni 16 e 17 maggio 2015 (con tappa ad Oropa).la quota individuale è prevista in Euro 210 (suppl. singola Euro 30): acconto E. 50.

Il secondo è il pellegrinaggio in Terra Santa all’insegna dello slogan “Amare la Terra Santa e farla amare.La terra in cui Dio si fa trovare”. Si svolgerà dal 20 al 27 agosto 2015 (con volo di linea da Venezia): tappe a Tel Sviv, Nazareth, Akko, Monte Carmelo, Cana. Monte Tabor, Masada, Qumram, Betlemme, Gerusalemme.

Read more...

Riferimenti

Ufficio per la pastorale dei Pellegrinaggi

Direttore: Zenna Mons. Francesco

Collaboratore: Cremonese don Giuseppe

Segreteria: Gradara prof. Giorgio

Sede: Rione Duomo 870/A 30015 CHIOGGIA (VE)

Tel: 041400525 - Fax. 0415509085

E-mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Archivio

L’Archivio diocesano (via Perottolo 1) contiene materiale documentario di 9 secoli di storia della diocesi suddiviso in 4 fondi: Proprio dei vescovi, Archivio capitolare, Fabbriceria del duomo e Miscellanea, oltre a quello del Seminario.

Biblioteca

La biblioteca diocesana (nello stesso edificio) con 35.200 volumi e 3.000 opuscoli, in genere di carattere teologico, documenta le varie fasi dal 1500 al Concilio Vaticano II. Si integra col Museo per l’esposizione di edizioni pregiate.

Museo

Sorge accanto alla cattedrale in un edificio a U realizzato a fine anni '90 che s'innesta al Palazzo vescovile. Dedicato ai patroni Felice e Fortunato, si compone di 4 sezioni: storica, iconografica, argenteria, oggetti devozionali

Pinacoteca

Nel complesso Trinità (Piazza XX Settembre) l’oratorio del 1500 conserva tele di Piazza, Benfatti, Palma, Vicentino (1600); la chiesa (di Tiralli, 1707) ha dipinti di Mariotti, Vicentino, Damini e altri (60 tele, più statue e reperti).