Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità (clicca per leggere) alla direttiva europea 2009/136/CE.

Diocesi di Chioggia

Bibbia Edu

Caldieri-banner

-- Briciole di Pastorale -- 3° Pasqua 2017

III-Pasqua

In pellegrinaggio a Roma

GIUBILEO DELLA MISERICORDIA

Unità pastorale di S. Martino e Madonna di Lourdes

In pellegrinaggio a Roma

san-martino-giubileoSabato 29 ottobre, prima dell’alba, un gruppo di pellegrini dell’Unità Pastorale di S. Martino e Madonna di Lourdes si trovava raccolto in un angolo del piazzale Europa in attesa del pullman. Tutti erano ben equipaggiati, desiderosi di arrivare a Roma per il papa, e per attraversare la Porta santa della Misericordia. Una signora commentava al marito: “Le nostre case sono intatte, e ringraziamo il Signore; ma quelle dei terremotati sono a pezzi e distese sulle strade. Preghiamo il Signore per quei poveretti”. Il pullman correva veloce verso Roma, mentre già all’orizzonte si profilava l’alba con qualche nuvoletta tinta di rosso. Ma al primo chiarore del giorno, il parroco intonava la preghiera del mattino. Il sole intanto era salito all’orizzonte come un globo di fuoco, e noi, tra gli alberi, le colline, i campi appena arati e il sole, innalzavamo a Dio le nostre lodi offrendo a Lui il nostro amore e il nostro ringraziamento per tutti questi suoi doni. Il viaggio proseguiva tranquillo; ci accompagnavano sempre alla nostra destra i bei monti dell’Appennino coperti di tappeti erbosi e di vegetazione. La vista così bella e varia del paesaggio ha reso meno lungo e noioso il percorso verso la Città Eterna, tanto che all’improvviso (non ce l’aspettavamo) qualcuno ha gridato: “Siamo a Roma!”

Read more...

L’ultimo Giubileo

COMUNIONE E LIBERAZIONE

L’ultimo Giubileo

Giubileo-CLDopo le occasioni vissute nell’ambito delle comunità parrocchiali e di altri gruppi a livello diocesano, le persone di Comunione e Liberazione hanno partecipato al Giubileo in un gesto comunitario nell’ultima settimana dell’Anno della Misericordia. Martedì 8 novembre, nella cattedrale di Chioggia il vescovo Adriano ha celebrato la Messa settimanale che nel tardo pomeriggio del  martedì raduna le persone del Movimento nella chiesa di San Giovanni Battista a Borgo San Giovanni. E’ stata l’occasione per vivere anche a livello diocesano il Giubileo che Comunione e liberazione aveva celebrato con la regione del Veneto domenica 2 ottobre  nella Basilica di Sant’Antonio a Padova. All’omelia il vescovo ha invitato ad aprirsi con docilità alla parola del Signore. “La celebrazione del Giubileo – ha concluso - serva per tutta la Chiesa e per voi, per il Movimento, per la testimonianza che vi proponete di dare negli ambienti di vita e nella Chiesa locale”. Anche in questa celebrazione è stata raccolta un’offerta di € 400,00 per l’Emporio di Solidarietà e per i poveri dei vicariati.

Da Nuova Scintilla n.43 - 20 novembre 2016

Chiusa la Porta Santa in cattedrale

GIUBILEO DELLA MISERICORDIA

Atto conclusivo del vescovo nella solenne concelebrazione. Conclusione del papa oggi a Roma

Chiusa la Porta Santa in cattedrale

anno-giubilareDomenica scorsa 13 novembre sono state chiuse le Porte Sante della Misericordia aperte il 13 dicembre del 2015, dopo la solenne cerimonia di apertura della Porta Santa in San Pietro effettuata da Papa Francesco l’8 dicembre 2015. Le porte Sante, per tutto il corso dell’anno della Misericordia, sono state uno dei segni più importanti del Giubileo e ci hanno richiamato, nell’atto di attraversarle, il passaggio che ogni cristiano è chiamato a compiere dal peccato e dal male alla sovrabbondante misericordia del Salvatore che è venuto a cercare e a salvare chi era perduto.

Anche nella nostra chiesa cattedrale domenica 13 si è svolta la solenne celebrazione liturgica della chiusura della Porta Santa presieduta dal nostro vescovo Adriano. Erano presenti molti sacerdoti, i diaconi, le religiose ed i chierichetti che celebravano il loro giubileo. La celebrazione ha avuto inizio in campo Duomo, dove sono convenuti anche i fedeli della città partiti da San Giacomo e da dove si è snodata una breve processione. Con il canto dell’inno del giubileo “Misericordes sicut Pater” in una chiesa gremita di fedeli alle ore 16 ha avuto inizio la solenne Eucaristia presieduta dal vescovo.

I canti, per l’occasione, sono stati eseguiti da alcune corali della diocesi dirette dal m° Graziano Nicolasi, animando magistralmente una celebrazione che si è svolta con grande raccoglimento e con un’attiva partecipazione di tutti.

Read more...

L’incontro giubilare dei ragazzi e degli sportivi

OSSERVATORIO DEL GIUBILEO

L’incontro giubilare dei ragazzi e degli sportivi

giubileo-ragazzi-e-sportivi-4Domenica 6 novembre una folla di ragazzini delle “medie” ha invaso la nostra città ed è stata accolta presso il campetto dell’oratorio dei Salesiani di Chioggia.

I ragazzi, accompagnati dai sacerdoti, animatori e catechisti, sono stati il vero “corpo” di questo Giubileo dei ragazzi e degli sportivi.

La giornata insieme è iniziata con una bella accoglienza mista a balli e canti, e l’introduzione della tematica trattata, appunto “Il nostro corpo... Tuo Corpo”.

Insieme a don Vanni, sacerdote salesiano di Mestre, si è riflettuto sul fatto che il corpo ci è stato donato per comunicare qualcosa di grande e di bello, che ci rende disponibili al prossimo: tendere la mano a chi è in difficoltà, consolare con un abbraccio...

Appunto per questo, i ragazzi sono stati sollecitati ad andare oltre “lo specchio” che a volte ci incatena davanti a sé e ci fa vergognare della nostra immagine, perché ciò che supera tutto per importanza è la nostra anima. Il momento di riflessione si è poi concluso con un grande gioco a stand sui cinque sensi, dove i ragazzi si sono sfidati tra parrocchie, occasione divertente per conoscere altre realtà della nostra diocesi. Dopo il pranzo, il fiume di ragazzi si è spostato in cattedrale per la testimonianza di due sportivi, Vanni Bertotto e Luca Boscolo, atleti chioggiotti che fanno parte dell’associazione Canoa Kayak di Chioggia (nella foto accanto).

Read more...

Porte chiuse, ma aperte alla vita

QUESTA DOMENICA LA CELEBRAZIONE CONCLUSIVA

Il grazie delle comunità al termine dell’anno Giubilare della Misericordia

Porte chiuse, ma aperte alla vita

porta-santa-chioggiaSiamo giunti al termine dell’Anno giubilare della Misericordia.

In questa domenica in tutte le diocesi del mondo verranno chiuse quelle “porte” che nel dicembre di un anno fa vennero indicate come “Porte Sante” e che per tutto il corso dell’anno della Misericordia sono state uno dei segni più importanti del Giubileo e ci hanno richiamato, nell’atto di attraversarle, il passaggio che ogni cristiano è chiamato a compiere dal peccato e dal male alla sovrabbondante misericordia del Salvatore che è venuto a cercare e a salvare chi era perduto.

Aver varcato la soglia della Porta Santa della nostra Cattedrale, sia che l’abbiamo fatto in gruppo con le nostre comunità parrocchiali o Unità pastorali o come Vicariato o personalmente, ha significato, in definitiva, confessare che Gesù Cristo è il Signore, rinvigorendo la fede in Lui per vivere la vita nuova che Egli ci ha donato.

In quest’anno santo della Misericordia, Gesù ci ha ripetuto continuamente che è Lui la Porta della tenerezza, della misericordia, dell’amore del Padre e che vi è una sola via di accesso che spalanca a questo incontro di comunione con Dio e questa via è Gesù stesso.

Siamo chiamati, come comunità diocesana, a cantare il nostro grazie al Signore per i doni ricevuti e per i frutti gustati in questo anno di grazia e lo faremo in questa domenica, uniti al Pastore della nostra diocesi, il vescovo Adriano, ai sacerdoti, ai diaconi, alle religiose e a tante persone che in quest’anno, in modo particolare, hanno visto e gustato quant’è buono e misericordioso il Signore.

Read more...

Archivio

L’Archivio diocesano (via Perottolo 1) contiene materiale documentario di 9 secoli di storia della diocesi suddiviso in 4 fondi: Proprio dei vescovi, Archivio capitolare, Fabbriceria del duomo e Miscellanea, oltre a quello del Seminario.

Biblioteca

La biblioteca diocesana (nello stesso edificio) con 35.200 volumi e 3.000 opuscoli, in genere di carattere teologico, documenta le varie fasi dal 1500 al Concilio Vaticano II. Si integra col Museo per l’esposizione di edizioni pregiate.

Museo

Sorge accanto alla cattedrale in un edificio a U realizzato a fine anni '90 che s'innesta al Palazzo vescovile. Dedicato ai patroni Felice e Fortunato, si compone di 4 sezioni: storica, iconografica, argenteria, oggetti devozionali

Pinacoteca

Nel complesso Trinità (Piazza XX Settembre) l’oratorio del 1500 conserva tele di Piazza, Benfatti, Palma, Vicentino (1600); la chiesa (di Tiralli, 1707) ha dipinti di Mariotti, Vicentino, Damini e altri (60 tele, più statue e reperti).