Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità (clicca per leggere) alla direttiva europea 2009/136/CE.

Diocesi di Chioggia

Bibbia Edu

-- Briciole di Pastorale -- XXIX Tempo Ordinario 2017

XXIX-Ordinario-17

Il valore del “Mandato”

CATECHESI E COMUNITA’

Il valore del “Mandato”

Stiamo ancora muovendo i primi passi del nuovo anno pastorale che ci vede impegnati a vivere o a seguire in diocesi la visita pastorale del nostro vescovo Adriano. E’ il periodo in cui, all’inizio del percorso catechistico, nelle nostre comunità parrocchiali si consegna anche il Mandato ai catechisti e agli operatori pastorali.

Negli Orientamenti, “Incontriamo Gesù”, i vescovi sottolineano l’importanza di questo rito semplice ma significativo: “Nel dire il suo “sì”, il catechista e la catechista aprono la vita a una particolare esperienza di grazia che vivifica e sostiene il loro servizio educativo, radicato nella vocazione all’annuncio universale della salvezza ricevuta nel Battesimo” (IG, 78).

Read more...

Dentro le comunità

CATECHESI E COMUNITA’

Dentro le comunità

“Catechesi e Comunità”, è questo il titolo della nostra rubrica, un titolo quanto mai indovinato!

Infatti si può senz’altro affermare che una delle dimensioni che la catechesi, in modo particolare, è chiamata a coltivare, pena la sua totale inefficacia, è quella del volto di una Comunità nella quale si accolgono e vivono le persone facendo loro sperimentare itinerari di fede per un incontro, per quanto possibile, entusiasmante e coinvolgente con la persona di Cristo. È il volto delle nostre parrocchie, delle nostre Comunità cristiane.

Al numero 200 del Documento di Base, “Il Rinnovamento della Catechesi”, si legge: “L’esperienza catechistica moderna conferma ancora una volta che prima sono i catechisti e poi i catechismi; anzi, prima ancora, sono le Comunità ecclesiali. Infatti come non è concepibile una Comunità cristiana senza una buona catechesi, così non è pensabile una buona catechesi senza la partecipazione dell’intera Comunità”.

Read more...

“Attraversare la preadolescenza”

CATECHISTI E ANIMATORI PARROCCHIALI DELLA DIOCESI

Note dall’assemblea annuale con il vescovo Adriano, svolta presso i locali della Navicella

“Attraversare la preadolescenza”

Assemblea-DiocesanaDomenica 21 maggio i catechisti e gli animatori parrocchiali della Diocesi di Chioggia si sono incontrati per l’annuale assemblea presso i locali della parrocchia della B. Vergine della Navicella. La comunità diocesana era ben rappresentata. Il tema, su cui si è discusso, è stato “Attraversare la preadolescenza”. Dopo un momento di accoglienza e la preghiera iniziale, guidati dal direttore dell’ufficio catechistico diocesano, don Danilo Marin e alla presenza del nostro vescovo mons. Adriano Tessarollo, attraverso alcune slides, è stata rivisitata la nuova prassi del cammino dell’Iniziazione Cristiana che ormai molte parrocchie della nostra Diocesi hanno adottato. Questo cammino è stato rivisto attraverso gli Orientamenti sulla catechesi dei nostri vescovi e guardando anche le indicazioni che il vescovo ha dato alla nostra Diocesi con le due note pastorali, quella sul Battesimo dei bambini (2013) e quella sull’I.C. dell’anno scorso.

Nella seconda parte si è iniziato ad affrontare, come comunità diocesana, una delle sfide che non può non interessarci e impegnarci a fondo: la preadolescenza. Il nostro lavoro di catechesi è concentrato soprattutto fra i 7 e i 12 anni circa, mentre c’è meno attenzione nella prima fase, l’infanzia, e in quella della preadolescenza (dicono i vescovi negli Orientamenti).

Read more...

IL VESCOVO ADRIANO AI PRESBITERI, AI CATECHISTI E ANIMATORI, AI GENITORI E ALLE COMUNITÀ PARROCCHIALI

Nota pastorale sulla iniziazione cristiana dei ragazzi

IL VESCOVO ADRIANO AI PRESBITERI, AI CATECHISTI E ANIMATORI, AI GENITORI E ALLE COMUNITÀ PARROCCHIALI

Iniziazione-cristianaDa qualche anno stiamo percorrendo nella nostra Chiesa di Chioggia strade che ci portano ad uscire da una prassi consolidata da un lungo passato ecclesiale. I percorsi tradizionali, infatti, date le mutate condizioni in cui vivono i nostri giovani e ragazzi, abbiamo la convinzione che non aiutino più ad abitare la vita secondo le attese dei nostri giovani e dei nostri ragazzi; tutti insomma viviamo la difficoltà di fare abitare la Chiesa ai nostri ragazzi e ancor più di introdurli ad abitare il mondo da gioiosi discepoli del Signore Gesù.

Ho ripetuto di proposito due verbi/azione, particolarmente sottolineati nel corso del Convegno Ecclesiale che si è celebrato a Firenze nello scorso mese di novembre1. Per entrare in una nuova abitazione bisogna uscire da un’altra precedente. Uscire chiede sempre di lasciare qualcosa a cui si è stati legati, perfino anche un po’ di “morire” per rinascere nuovi. E nessuno esce da una abitazione se non ne intravvede una migliore. I tempi e le situazioni nuove, in cui ci troviamo a vivere, chiedono a tutti noi il coraggio di farlo e ci stimola in questo anche la testimonianza di papa Francesco.

Il cammino dell’ I.C. inizia con la pastorale battesimale

Nel gennaio del 2013 avevo inviato alla Diocesi la Nota Pastorale sul Battesimo dei bambini 2. In essa rilevavo l’urgenza di un rinnovamento della prassi catechistica, in riferimento all’Iniziazione Cristiana, a partire già dal periodo 0-6 anni. Da quel momento con l’Ufficio Catechistico Diocesano abbiamo avviato una riflessione sull’Iniziazione Cristiana, durata qualche anno, prendendo in esame e osservando i frutti delle sperimentazioni attuate soprattutto nella Parrocchia del Buon Pastore in Sottomarina e di S. Mauro di Cavarzere, e ci siamo confrontati nelle ultime Assemblee dei Catechisti, con il Consiglio Presbiterale e Pastorale diocesani come pure in quelli vicariali.

Nel frattempo sono usciti anche i nuovi Orientamenti per l’Annuncio e la catechesi in Italia da parte della CEI 3, che hanno confermato e rafforzato la necessità di una spinta al rinnovamento.

Read more...

Attraverso la Porta Santa

INDICAZIONI DALL’UFFICIO CATECHISTICO - Assemblea diocesana e Giubileo dei Catechisti e Animatori

Attraverso la Porta Santa

porta-santa-DuomoSi svolgerà domenica 6 marzo l’annuale Assemblea diocesana dei Catechisti e Animatori parrocchiali. Quest’anno assume un carattere particolare, essendo inserita nel contesto dell’Anno Giubilare. È per questo che si è ritenuto opportuno in questa occasione celebrare anche il Giubileo dei catechisti.

Ci incontreremo presso il Seminario Diocesano alle ore 14.30: dopo la preghiera seguirà un momento di riflessione guidato da don Giorgio Bezze, direttore dell’UCD di Padova.

Avremo modo di riflettere sulla catechesi degli adulti per provare a confrontarsi su quali siano lo stile più adeguato di approccio e il metodo di incontro più efficace da adottare. Infatti nei rinnovati percorsi di iniziazione cristiana delle nostre parrocchie o unità pastorali siamo consapevoli che la sfida più grossa è rappresentata dall’incontrare i genitori, che non sono abituati all’impegno che richiede loro la nuova proposta, e che, quindi, sono bisognosi di acquisire una più matura consapevolezza e di rapportarsi con adulti credenti cristiani, capaci di testimoniare ragioni in grado per lo meno di suscitare in loro delle domande. Ci sarà spazio anche per un breve confronto in assemblea.

Read more...

Riferimenti

Ufficio per l’Evangelizzazione e la Catechesi

Direttore: Marin don Danilo

Vicedirettore: Marangon prof. Fabio

Segretaria: Fecchio Ins. Frediana

 

Commissione Ufficio Catechistico Diocesano

Presidente: Marin don Danilo

Membri: Bertaglia Orazio, Fecchio Frediana, Lunardi Roberto e Signoretto Graziella, Marangon Fabio, Naccari Massimo, e Zampieri Maria, Penzo Stefano, Trenti don Gianantonio, Tugnolo don Yacopo, Zago p. Pierantonio.

 

Servizio diocesano per il Catecumenato

Responsabile: Marin don Danilo

Commissione: Lanzilao Daniela, Lunardi Roberto, Marangon Fabio, Signoretto Graziella.

Archivio

L’Archivio diocesano (via Perottolo 1) contiene materiale documentario di 9 secoli di storia della diocesi suddiviso in 4 fondi: Proprio dei vescovi, Archivio capitolare, Fabbriceria del duomo e Miscellanea, oltre a quello del Seminario.

Biblioteca

La biblioteca diocesana (nello stesso edificio) con 35.200 volumi e 3.000 opuscoli, in genere di carattere teologico, documenta le varie fasi dal 1500 al Concilio Vaticano II. Si integra col Museo per l’esposizione di edizioni pregiate.

Museo

Sorge accanto alla cattedrale in un edificio a U realizzato a fine anni '90 che s'innesta al Palazzo vescovile. Dedicato ai patroni Felice e Fortunato, si compone di 4 sezioni: storica, iconografica, argenteria, oggetti devozionali

Pinacoteca

Nel complesso Trinità (Piazza XX Settembre) l’oratorio del 1500 conserva tele di Piazza, Benfatti, Palma, Vicentino (1600); la chiesa (di Tiralli, 1707) ha dipinti di Mariotti, Vicentino, Damini e altri (60 tele, più statue e reperti).