Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità (clicca per leggere) alla direttiva europea 2009/136/CE.

Diocesi di Chioggia

Bibbia Edu

-- Briciole di Pastorale -- XXIX Tempo Ordinario 2017

XXIX-Ordinario-17

Prime professioni religiose in Burundi

SERVE DI MARIA ADDOLORATA DI CHIOGGIA

Prime professioni religiose in Burundi

Professioni-BurundiHo avuto la fortuna di partecipare alle prime professioni religiose nella nostra missione in Burundi.

Sr M. Annonciate Nshimirimana e sr M. Rénilde Habonimana, sono questi i nomi delle due nuove suore Serve di Maria Addolorata di Chioggia che lo scorso 16 settembre 2017 hanno emesso i primi voti religiosi davanti a mons. Simon Ntamwana e alla comunità dei fedeli di Bwoga-Chioggia. È così che la gente ha cominciato a chiamare la futura parrocchia associando al nome della collina Bwoga quello di Chioggia per la presenza delle suore che costituiscono ormai il centro della collina.

La celebrazione è stata anche un’azione di grazie per i 25 anni di professione religiosa di una delle suore missionarie lì presenti, sr M. Alejandra Hernandez. La solenne celebrazione, tutta nella lingua locale “Kirundi”, si è svolta all’aperto, nel luogo dove sorgerà la parrocchia. Tutta la comunità ha collaborato e si è vista una bellissima partecipazione di fedeli sia nella fase di preparazione sia durante la celebrazione.

Read more...

Dio è il tuo compagno di viaggio

SERVE MARIA ADDOLORATA

Il viaggio a lungo raggio di suor Umberta Salvadori, fra le missioni in Burundi e Messico

Dio è il tuo compagno di viaggio

Sr-Umberta-SalvadoriHo detto Papa Francesco: “Mettersi in cammino è lasciare che Dio o la vita ci metta alla prova, mettersi in cammino è rischiare”. Dalla fondazione delle nostre missioni, la visita alle comunità è una componente chiave che porta con sé una esperienza di novità e allo stesso tempo la certezza che durante il tuo andare non sei sola, ma che Dio è il tuo compagno di viaggio, che non riposa fino a quando non sei arrivata alla destinazione desiderata. Rientrando in Italia vorrei comunicare alcune sensazioni belle che ho vissuto. Quest’anno il giro ha preso il largo: Bolivia, Messico, Burundi; ciò mi ha permesso di conoscere nuove realtà missionarie. Non posso dimenticare la grande gioia di avere trascorso alcuni giorni con mio fratello don Silvio nella sua cara Bolivia. Il Signore sta prolungando i suoi anni in ottima salute e grande slancio nell’impegno missionario salesiano. La mia gratitudine al Signore per aver incontrato nuovamente i volti sorridenti e gioiosi delle care sorelle messicane: la loro allegria e la loro accoglienza, sempre gioviale, hanno rallegrato i miei giorni trascorsi in fraternità. Ho avuto pure l’opportunità di visitare la nuova missione a Zongolica dove operano, dal mese di novembre scorso, Sr M. Lizeth e Sr M. Francisca su richiesta del vescovo della diocesi di Orizaba. Il lavoro pastorale consiste nel formare i responsabili dei diversi gruppi pastorali diversificati e molteplici. Le suore sono apprezzate, accolte e desiderate da tutta la gente che continuamente offre loro con gratuità quel po’ che possiede. Anche il Vescovo è soddisfatto del lavoro pastorale che le suore svolgono. Quest’anno avranno un piano di lavoro preparato assieme al vescovo.

Read more...

Testimonianza di uno dei salesiani neoprofessi

Anche oggi l’amore di Dio può riempire la vita dei giovani

Testimonianza di uno dei salesiani neoprofessi

professioniDomenica 3 settembre (come già riferito nel numero precedente del settimanale, ndr) presso la splendida Cattedrale di Chioggia, tre Salesiani e due Figlie di Maria Ausiliatrice del Triveneto (Davide Moretto originario di Taglio di Po, Davide Perosa di San Donà di Piave, Piero Pietrobelli di Schio, tutti e tre entranti al terzo anno di teologia presso lo studentato di Torino Crocetta; suor Serena Nalotto di Due Carrare, operante a Montebelluna, e suor Valentina Rech di Montebelluna, di casa a Conegliano Collegio Immacolata) sono diventati, rispettivamente, Salesiani e Figlie di Maria Ausiliatrice per sempre con la professione religiosa perpetua emessa nelle mani gli uni di don Stefano Martoglio SDB, Consigliere generale per la Regione Mediterranea (Italia, Medio Oriente, Spagna, Portogallo), le altre di suor Palmira De Fortunati FMA, Ispettrice del Triveneto. La celebrazione eucaristica, al cui interno si è svolto per entrambi, salesiani e suore, il rito della professione perpetua, è stata presieduta dallo stesso don Martoglio ed è stata concelebrata dall’Ispettore don Roberto Dal Molin, dal vicario generale della diocesi mons. Francesco Zenna, a esprimere l’accoglienza, la vicinanza e la partecipazione della Chiesa locale, e da una sessantina di sacerdoti salesiani e non solo.

Read more...

Vivaio di nuove vocazioni

ORATORIO SAN GIUSTO

Vivaio di nuove vocazioni

Venerdì 8 settembre è stato un giorno di festa per l’oratorio San Giusto: Elia Rubin della “Comunità Animatori” è stato accompagnato a Torino da don Nicola e da una rappresentanza di animatori del centro giovanile, per il suo ingresso in Noviziato.

Read more...

Cinque professioni perpetue

FESTA IN CATTEDRALE PER I NUOVI SALESIANI

Cinque professioni perpetue

professioni-i-cinqueNella cattedrale “Santa Maria Assunta” di Chioggia, gremita di giovani, Davide Moretto di Taglio di Po, Davide Perosa di San Donà di Piave, Piero Pietrobelli di Schio, Serena Nalotto e Valentina Rech della provincia di Padova hanno emesso la professione perpetua per la Congregazione dei Salesiani di Don Bosco e Figlie di Maria Ausiliatrice. Lo hanno fatto davanti a don Stefano Martoglio, consigliere generale per la Regione Mediterranea della Congregazione di San Giovanni Bosco. Una schiera di sacerdoti salesiani, con don Roberto Dal Molin, ispettore della congregazione del nordest, ma anche della diocesi di Chioggia, con il vicario generale mons. Francesco Zenna e don Stefano Martoglio che ha presieduto la cerimonia, percorrendo il corridoio centrale della cattedrale, ha accompagnato i cinque giovani fino ai piedi del presbiterio: i professandi hanno preso posto nel primo banco sulla destra, dietro di loro i genitori e familiari, mentre i sacerdoti sono saliti per l’imponente gradinata verso l’altare maggiore ed hanno preso posto nell’abside.

Read more...

Vita consacrata: tutti gli istituti

-ISTITUTI MASCHILI

-ISTITUTI FEMMINILI

-ISTITUTI SECOLARI

-ALTRE FORME DI VITA CONSACRATA

Riferimenti

Ufficio per la Vita Consacrata

Direttore:  Marangon mons. Giuliano, Delegato vescovile

 

Commissione per la Vita Consacrata

Presidente: Marangon mons. Giuliano

Membri: Kii sr. Sophia, Semola sr. Fiorella, Salvadori sr. Umberta, Zago p. Pierantonio, Zanellato don Rossano

Archivio

L’Archivio diocesano (via Perottolo 1) contiene materiale documentario di 9 secoli di storia della diocesi suddiviso in 4 fondi: Proprio dei vescovi, Archivio capitolare, Fabbriceria del duomo e Miscellanea, oltre a quello del Seminario.

Biblioteca

La biblioteca diocesana (nello stesso edificio) con 35.200 volumi e 3.000 opuscoli, in genere di carattere teologico, documenta le varie fasi dal 1500 al Concilio Vaticano II. Si integra col Museo per l’esposizione di edizioni pregiate.

Museo

Sorge accanto alla cattedrale in un edificio a U realizzato a fine anni '90 che s'innesta al Palazzo vescovile. Dedicato ai patroni Felice e Fortunato, si compone di 4 sezioni: storica, iconografica, argenteria, oggetti devozionali

Pinacoteca

Nel complesso Trinità (Piazza XX Settembre) l’oratorio del 1500 conserva tele di Piazza, Benfatti, Palma, Vicentino (1600); la chiesa (di Tiralli, 1707) ha dipinti di Mariotti, Vicentino, Damini e altri (60 tele, più statue e reperti).