Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità (clicca per leggere) alla direttiva europea 2009/136/CE.

Diocesi di Chioggia

Bibbia Edu

Caldieri-banner

-- Briciole di Pastorale -- Trasfigurazione del Signore 2017

Trasfigurazione-17

L’arte del passaggio

Dall’assemblea nazionale superiore maggiori

“La formazione nella vita religiosa”. Una sintesi della “nostra” priora generale

L’arte del passaggio

Superiori-generali-RomaAl Conference Center di Roma, sulla via Portuense, più di 300 superiore generali si sono incontrate, dal 19 al 21 aprile, per l’assemblea annuale. Il tema, particolarmente interessante, riguardava la formazione alla vita religiosa. È stato presente fra noi, nella prima giornata, fratel Luciano Manicardi, nuovo priore della comunità di Bose, che ha presentato il tema: “Dall’individuo alla persona”. Da sfondo della sua riflessione, alcune domande che non possiamo eludere. Una persona formata è integrata, è unificata. Nella letteratura monastica, ha proseguito il padre, non c’è formazione come la intendiamo noi oggi, perché era la vita stessa che formava il giovane. Infatti ‘formazione’ è trasformazione della persona verso la piena maturità di Cristo. Innanzitutto dobbiamo parlare di ‘comunità formativa’ e interrogarci quale promessa di vita possiamo esprimere e mantenere.

Il relatore ci ha fatto riflettere ulteriormente sulla comunità affinché la giovane possa riuscire a fare il passaggio dall’Io al Noi. Alla radice di ogni vocazione c’è il desiderio della persona di vivere la vita in pienezza. La Scrittura è uno specchio che trasmette l’immagine trasformante di Cristo. La vita è uno specchio che mi rivela chi sono. Questo per quanto riguarda la ‘comunità formativa’. La formatrice, prima di tutto, deve essere una persona formata, una donna di ascolto e di accoglienza perché con l’ascolto si aiuta la persona a crescere. Inoltre è necessaria la mitezza, la capacità di mettere dei limiti alla propria presenza, non essere invadente. La formatrice, secondo il relatore, deve saper allargare gli orizzonti della giovane. Far emergere gli interessi. Dare responsabilità. Avere buona maturità affettiva.

Read more...

Una Congregazione attiva

“UNA VITA UN SERVIZIO”(1-2017) - Serve di M. Addolorata

Una Congregazione attiva

Una-vita-un-servizio-N1-2017Chiusura del bicentenario della nascita di madre Elisa Sambo con la celebrazione di una messa nella chiesa della parrocchia natia in S. Francesco a Chioggia. A presiedere il parroco, don Angelo Busetto. Suor Ada N. Velasquez riporta i passi salienti dell’omelia. Gina Duse esamina la figura del naturalista Fortunato Luigi Naccari, di cui padre Emilio Venturini stampò la biografia sul giornale La Fede. Mons. Giuliano Marangon ricorda le madri superiore che hanno guidato la comunità religiosa Figlie di Maria Addolorata all’interno del Seminario Vescovile di Chioggia. Fra’ Luigi De Candido, tra i cantici delle donne, sceglie questa volta di analizzare quello di Anna, madre di Samuele. Mariangela Rossi presenta un suo progetto rivolto ai giovani: Oasi Amahoro, la trasformazione di un tratto di spiaggia a Sottomarina in un luogo di incontro e di formazione. Suor Antonella racconta della visita del vescovo Adriano a Gitega.

Read more...

Cristo ci dà l’acqua che soddisfa la nostra sete

SUORE DELL’IMMACOLATA DI S.CHIARA - Ca’ Venier di cavarzere

60° anniversario di vita consacrata per sei religiose

Cristo ci dà l’acqua che soddisfa la nostra sete

suore-pettorazzaDomenica 19 marzo 2017, a Ca’ Venier di Cavarzere, presso la Scuola Materna, si sono ritrovate insieme per festeggiato il 60° Anniversario di vita consacrata cinque consorelle della Congregazione dell’Immacolata di S. Chiara provenienti da varie parti d’Italia

Suor Elisa Arduini della Comunità di Santa Rufina (RI)

Suor Antonina Rizzitelli della Comunità di Villa Santa Chiara (Fiuggi)

Suor Eleonora Iodice della Comunità di San Giovanni Rotondo

Suor Bernarda Arduini della Comunità della Casa Madre (Fiuggi)

Suor Stefania  Adesso della Comunità di S. Caterina di Ca’ Venier in S. Giuseppe di Cavarzere.

Ecco le loro riflessioni sull’evento.

Era la 3ª domenica di Quaresima e non poteva esserci occasione più propizia della Parola del Signore, così ricca di significato in quel giorno, a stimolarci più efficacemente mentre ci apprestavamo a ricordare il nostro 60°anniversario di Professione Religiosa.

Read more...

Portare Gesù in mezzo al suo popolo

NELLA GIORNATA DELLA VITA CONSACRATA E DEL MANDATO AI MINISTRI STRAORDINARI DELLA COMUNIONE

L’omelia pronunciata dal vescovo Adriano domenica 5 febbraio: preziose indicazioni

Portare Gesù in mezzo al suo popolo

consacrati-ministriRiportiamo il teso integrale dell’omelia che il vescovo Adriano ha tenuto nella celebrazione della vita consacrata, domenica 5 febbraio alle 17 in cattedrale, rivolgendosi ai consacrati e consacrate e poi ai ministri straordinari della Comunione che ricevevano il nuovo mandato.

Oggi siamo qui riuniti per pregare per le donne e gli uomini della vita consacrata e invocare per loro la benedizione di Dio, oltre che esprimere il grazie della nostra Chiesa per la loro presenza e servizio. La giornata per la vita consacrata è una buona opportunità per ricordarci che tutti siamo invitati ad approfondire progressivamente la nostra relazione con il Signore e rinnovare la nostra disponibilità al servizio al vangelo in obbedienza. I religiosi servono il vangelo secondo il carisma proprio di ogni istituto, nato in un tempo particolare, per servire Gesù, il Vangelo e i fratelli in quel tempo. Ogni carisma però rimane creativo e aperto allo Spirito per rispondere in modo sempre più adeguato agli appelli di Dio nei diversi tempi della storia. La fedeltà al ‘proprio carisma’ non deve mai diventare una ingessatura del vangelo e il ‘fondatore’ non diventi mai più importante del vangelo stesso e dello Spirito che anima e guida la Chiesa.

Read more...

Carisma da rinnovare sempre

GIORNATA DELLA VITA CONSACRATA

Rinnovo dei voti per consacrati e consacrate. Il mandato per i ministri della Comunione

Carisma da rinnovare sempre

suor-teresinaDomenica 5 febbraio in Cattedrale è stata celebrata la Santa Messa della Giornata della Vita Consacrata presieduta dal vescovo Adriano, da numerosi sacerdoti e in cui erano presenti le consacrate e i consacrati della diocesi, i ministri straordinari della Comunione e numerosi fedeli. La celebrazione, che ha seguito la liturgia della Presentazione del Signore, ha avuto inizio in fondo alla chiesa con la processione e benedizione delle candele. Nell’omelia il vescovo ha ricordato, con le parole di papa Francesco, l’importanza del carisma di ogni famiglia religiosa e anche la loro necessità di adeguarsi e aggiornarsi ai tempi di oggi.

Read more...

Vita consacrata: tutti gli istituti

-ISTITUTI MASCHILI

-ISTITUTI FEMMINILI

-ISTITUTI SECOLARI

-ALTRE FORME DI VITA CONSACRATA

Riferimenti

Ufficio per la Vita Consacrata

Direttore:  Marangon mons. Giuliano, Delegato vescovile

 

Commissione per la Vita Consacrata

Presidente: Marangon mons. Giuliano

Membri: Kii sr. Sophia, Semola sr. Fiorella, Salvadori sr. Umberta, Zago p. Pierantonio, Zanellato don Rossano

Archivio

L’Archivio diocesano (via Perottolo 1) contiene materiale documentario di 9 secoli di storia della diocesi suddiviso in 4 fondi: Proprio dei vescovi, Archivio capitolare, Fabbriceria del duomo e Miscellanea, oltre a quello del Seminario.

Biblioteca

La biblioteca diocesana (nello stesso edificio) con 35.200 volumi e 3.000 opuscoli, in genere di carattere teologico, documenta le varie fasi dal 1500 al Concilio Vaticano II. Si integra col Museo per l’esposizione di edizioni pregiate.

Museo

Sorge accanto alla cattedrale in un edificio a U realizzato a fine anni '90 che s'innesta al Palazzo vescovile. Dedicato ai patroni Felice e Fortunato, si compone di 4 sezioni: storica, iconografica, argenteria, oggetti devozionali

Pinacoteca

Nel complesso Trinità (Piazza XX Settembre) l’oratorio del 1500 conserva tele di Piazza, Benfatti, Palma, Vicentino (1600); la chiesa (di Tiralli, 1707) ha dipinti di Mariotti, Vicentino, Damini e altri (60 tele, più statue e reperti).