Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità (clicca per leggere) alla direttiva europea 2009/136/CE.

Diocesi di Chioggia

Bibbia Edu

Briciole di Pastorale

II° domenica di Quaresima

II-quaresima-2018

Il servizio, carisma principale

B. V. DELLA NAVICELLA. Serve di Maria Addolorata

Solenne celebrazione per il Centenario dell’aggregazione all’Ordine dei Servi di Maria

Il servizio, carisma principale

Aggregazione-Serve-di-MariaContrassegnata dalla solennità la messa di sabato 17 febbraio alle ore 18 presso il Santuario della Beata Vergine della Navicella e le ragioni sono presto dette: le Serve di Maria Addolorata hanno festeggiato i 100 anni dell’Aggregazione della Congregazione all’Ordine dei Servi di Maria. In una chiesa gremita, a significare l’affetto di cui da sempre la congregazione gode, e davanti al coro formato dagli alunni della scuola primaria “Padre Emilio Venturini”, che per l’occasione erano vestiti a festa, i celebranti padre Hubert Moons, procuratore dell’Ordine, che ha presieduto la celebrazione, padre Lino Pacchin, priore provinciale della Provincia Veneta, e padre Venazio Ramasso dei Servi di Maria, assieme al vicario generale mons. Francesco Zenna, al delegato della vita consacrata mons. Giuliano Marangon, al parroco don Alfonso Boscolo, al parroco di San Giacomo mons. Vincenzo Tosello e a don Luigi Dalle Nogare hanno voluto dare solennità a una tappa fondamentale nella storia delle nostre suore, che hanno tratto dall’appartenenza ad un ordine, riconosciuto dalla Chiesa, nuovo slancio per continuare il cammino. Inoltre, a condividere la preghiera e l’esultanza, era presente anche un cospicuo numero di suore della congregazione delle Mantellate Serve di Maria.

Read more...

“Vera luce di tutte le genti”

Festa della vita consacrata in cattedrale col vescovo

La Giornata di chi ha detto sì a Gesù, nella propria speciale vocazione

“Vera luce di tutte le genti”

vita-consacrataDomenica 4 febbraio abbiamo celebrato la Giornata della vita consacrata posticipata, per unirci ai ministri straordinari dell’Eucaristia che hanno rinnovato il loro servizio di vicinanza agli ammalati o si sono impegnati, per la prima volta, in questo ministero di preghiera e di consolazione.

La liturgia eucaristica della Presentazione di Gesù, inserita nella celebrazione domenicale della parrocchia, è stata presieduta dal vescovo Adriano e concelebrata da molti sacerdoti, tra i quali anche vari religiosi presenti in diocesi. Le religiose, alcune delle quali hanno ricordato i loro giubilei, hanno animato la liturgia rinnovando pure gli impegni della loro consacrazione.

In questa domenica abbiamo ricordato pure la Giornata per la vita. Una felice coincidenza perché è dal dono della vita che maturano poi le varie vocazioni tra le quali quelle di speciale consacrazione nella dimensione claustrale o nei molteplici servizi di evangelizzazione e caritativi.

Read more...

Un’avventura con Qualcuno più grande

Giornata della vita consacrata

Alcune riflessioni in prossimità dell’evento (domenica 4 febbraio)

Un’avventura con Qualcuno più grande

L’avvicinarsi della Giornata per la Vita Consacrata – la cui celebrazione in Diocesi viene trasferita a domenica 4 febbraio e che vedrà in Cattedrale Religiose, Religiosi, Istituti secolari, Ministri straordinari della comunione e Laici stretti attorno al vescovo Adriano – ha risvegliato in me alcune suggestioni emerse nel Convegno celebrato a Mestre il 21 ottobre scorso con i Religiosi/e del Veneto, presente e relatore il card. Jòao de Avez, Prefetto della Congregazione per la Vita Consacrata.

- Il richiamo alla radicalità evangelica, sottolineata dal Concilio Vaticano II, non esonera dall’esigenza di essere in mezzo al popolo di Dio in una rete di relazioni positive e benefiche.

- L’essere discepoli dei Fondatori impegna allo sguardo primario al ‘centro’ della fondazione che è il Vangelo, e impegna quindi a cogliere l’essenziale di ciò che i Fondatori e le Fondatrici hanno stilato nelle varie Costituzioni.

Read more...

Vita consacrata e futuro

IL CONVEGNO TRIVENETO CISM-USMI

Intervento del card. de Aviz, testimonianze, lavori di gruppo

Vita consacrata e futuro

usmiLa prima cosa che colpiva nella sala gremita era la gigantesca foto del dipinto di Eugéne Burnand del 1898. Rappresenta Pietro e Giovanni che hanno negli occhi l’alba della Risurrezione. “Correvano insieme...” dice il Vangelo (Gv 20,4), ma il più giovane arrivò per primo al sepolcro vuoto e attese il più anziano. “I giovani corrono di più, ma i vecchi conoscono la strada” recita un proverbio africano. Questa era l’icona della giornata per gli 800 religiose/i che gioiosamente sono convenuti a Mestre il 21 ottobre presso l’Istituto Salesiano per il consueto convegno “biennale” - su cui abbiamo già sinteticamente riferito - organizzato dalle Conferenze dei Religiosi/e (Cism e Usmi) del Triveneto attorno al vescovo delegato per la Vita Consacrata, mons. Gianfranco Agostino Gardin. Il tema è stato suggerito dai giovani consacrati/e in formazione che avevano partecipato a Roma al Laboratorio loro riservato durante l’Anno della Vita Consacrata. Dopo l’incontro con papa Francesco erano rientrati entusiasti e desiderosi di partecipare alla generazione precedente quanto sperimentato assieme a speranze e timori per il futuro. I Consigli Regionali CISM USMI hanno accolto questo loro desiderio e hanno organizzato l’evento assieme a loro, in particolare alle Segreterie dei giovani religiosi di Verona e Treviso. La comissione preparatoria era così composta da religiosi sia giovani che adulti.

Read more...

Prime professioni religiose in Burundi

SERVE DI MARIA ADDOLORATA DI CHIOGGIA

Prime professioni religiose in Burundi

Professioni-BurundiHo avuto la fortuna di partecipare alle prime professioni religiose nella nostra missione in Burundi.

Sr M. Annonciate Nshimirimana e sr M. Rénilde Habonimana, sono questi i nomi delle due nuove suore Serve di Maria Addolorata di Chioggia che lo scorso 16 settembre 2017 hanno emesso i primi voti religiosi davanti a mons. Simon Ntamwana e alla comunità dei fedeli di Bwoga-Chioggia. È così che la gente ha cominciato a chiamare la futura parrocchia associando al nome della collina Bwoga quello di Chioggia per la presenza delle suore che costituiscono ormai il centro della collina.

La celebrazione è stata anche un’azione di grazie per i 25 anni di professione religiosa di una delle suore missionarie lì presenti, sr M. Alejandra Hernandez. La solenne celebrazione, tutta nella lingua locale “Kirundi”, si è svolta all’aperto, nel luogo dove sorgerà la parrocchia. Tutta la comunità ha collaborato e si è vista una bellissima partecipazione di fedeli sia nella fase di preparazione sia durante la celebrazione.

Read more...

Corso Fidanzati

volantino-fidanzati

Modulo Adesione 

dal 24 febbraio al 24 marzo

Info: 0415542920 o cell. 3356585376 (don Alberto).

Cappella-Memoria-finita-modulo

Vita consacrata: tutti gli istituti

-ISTITUTI MASCHILI

-ISTITUTI FEMMINILI

-ISTITUTI SECOLARI

-ALTRE FORME DI VITA CONSACRATA

Riferimenti

Ufficio per la Vita Consacrata

Direttore:  Marangon mons. Giuliano, Delegato vescovile

 

Commissione per la Vita Consacrata

Presidente: Marangon mons. Giuliano

Membri: Kii sr. Sophia, Semola sr. Fiorella, Salvadori sr. Umberta, Zago p. Pierantonio, Zanellato don Rossano

Archivio

L’Archivio diocesano (via Perottolo 1) contiene materiale documentario di 9 secoli di storia della diocesi suddiviso in 4 fondi: Proprio dei vescovi, Archivio capitolare, Fabbriceria del duomo e Miscellanea, oltre a quello del Seminario.

Biblioteca

La biblioteca diocesana (nello stesso edificio) con 35.200 volumi e 3.000 opuscoli, in genere di carattere teologico, documenta le varie fasi dal 1500 al Concilio Vaticano II. Si integra col Museo per l’esposizione di edizioni pregiate.

Museo

Sorge accanto alla cattedrale in un edificio a U realizzato a fine anni '90 che s'innesta al Palazzo vescovile. Dedicato ai patroni Felice e Fortunato, si compone di 4 sezioni: storica, iconografica, argenteria, oggetti devozionali

Pinacoteca

Nel complesso Trinità (Piazza XX Settembre) l’oratorio del 1500 conserva tele di Piazza, Benfatti, Palma, Vicentino (1600); la chiesa (di Tiralli, 1707) ha dipinti di Mariotti, Vicentino, Damini e altri (60 tele, più statue e reperti).