Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità (clicca per leggere) alla direttiva europea 2009/136/CE.

Diocesi di Chioggia

Bibbia Edu

Caldieri-banner

-- Briciole di Pastorale -- Trasfigurazione del Signore 2017

Trasfigurazione-17

ARISTIDE NACCARI (1848-1914) – Figure del sacro

ARISTIDE NACCARI  (1848-1914) – Figure del sacro

Guarda la galleria fotografica CLICCANDO QUI!

Profilo

Aristide Pio Alberto Naccari nacque a Chioggia il 27 aprile 1848. Frequentò da bambino l’Oratorio dei Filippini, dove ricevette i primi elementi di disegno da padre Giuseppe Maria Vianelli, quindi il locale Seminario. Conseguito il diploma di maturità nel 1867, frequentò per alcuni anni la Facoltà di Giurisprudenza a Padova; ma interruppe gli studi universitari optando per i corsi di disegno e pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia, dove ottenne l’abilitazione all’insegnamento di disegno e calligrafia. Insegnò per nove anni presso la Scuola Tecnica Comunale di Chioggia, poi presso il Regio Istituto Tecnico di Melfi (1882) quindi in quello di Macerata (1884) e definitivamente in quello di Venezia (1889). Assai apprezzato  per i suoi studi di architettura e restauro, venne nominato accademico d’onore della Regia Accademia di Belle Arti. Originale ritrattista e studioso d’antichità , morì a Chioggia fra il3 e il 4 ottobre 1914.

 

 

 

 

Guarda la galleria fotografica CLICCANDO QUI! 

Riferimenti

Polo culturale - MUSEO

Referente: Luca geom. Mancin

 

Museo Diocesano d'Arte Sacra

via Sagraeto, Chioggia

Settembre - Maggio

giovedì: ore 9 - 12 

venerdì - sabato - domenica: ore 15 - 17 

Giugno - Agosto: 

giovedì: ore 9-12;

venerdì: ore 20.30-22.30;

domenica: ore 18 20  (mesi di giugno e luglio) 

 

Pinacoteca "Santissima Trinità" 

Piazza XX Settembre - Chioggia 

Settembre - Maggio

giovedì: ore 10.00-13.00

venerdì - sabato - domenica: ore 17.00-20.00

Giugno - Agosto 

giovedì: ore 10-13;

sabato e domenica ore 20.30-22.30

Archivio

L’Archivio diocesano (via Perottolo 1) contiene materiale documentario di 9 secoli di storia della diocesi suddiviso in 4 fondi: Proprio dei vescovi, Archivio capitolare, Fabbriceria del duomo e Miscellanea, oltre a quello del Seminario.

Biblioteca

La biblioteca diocesana (nello stesso edificio) con 35.200 volumi e 3.000 opuscoli, in genere di carattere teologico, documenta le varie fasi dal 1500 al Concilio Vaticano II. Si integra col Museo per l’esposizione di edizioni pregiate.

Museo

Sorge accanto alla cattedrale in un edificio a U realizzato a fine anni '90 che s'innesta al Palazzo vescovile. Dedicato ai patroni Felice e Fortunato, si compone di 4 sezioni: storica, iconografica, argenteria, oggetti devozionali

Pinacoteca

Nel complesso Trinità (Piazza XX Settembre) l’oratorio del 1500 conserva tele di Piazza, Benfatti, Palma, Vicentino (1600); la chiesa (di Tiralli, 1707) ha dipinti di Mariotti, Vicentino, Damini e altri (60 tele, più statue e reperti).