Archivi della categoria: Ufficio scuola – IRC

Comprendere la Bibbia - 48

Israele, una società multilingue

Prima della deportazione a Babilonia la lingua parlata dai discendenti di Abramo era l’ebraico. Giunti in Babilonia, gli esiliati della Giudea dovettero imparare la lingua locale che era l’aramaico, una lingua semita simile all’ebraico. Quando i primi esiliati fecero ritorno in patria (538 a.C.) erano pochi quelli che parlavano ancora l’ebraico, anche se questa rimaneva la lingua usata per la preghiera e la lettura delle … Continua a leggere Israele, una società multilingue »

Comprendere la Bibbia - 47

I successori di Erode il Grande

Macheronte

Erode il Grande prima di morire divise il regno tra i figli superstiti. Archelao ebbe la Giudea, l’Idumea e la Samaria del sud, Erode Filippo la regione a Nord-Est del lago di Tiberiade ed Erode Antipa la Galilea e la Perea in Transgiordania. Il più odiato dal popolo fu Archelao. Governò con arbitrio e brutalità tanto che i suoi sudditi dopo qualche anno inviarono una … Continua a leggere I successori di Erode il Grande »

Comprendere la Bibbia - 46

Erode il Grande

Herodion

Il regno di Erode il Grande iniziò nel 37 a.C. Essendo uno straniero, un idumeo, per accattivarsi la simpatia dei giudei, sposò nel 37 a.C. Mariamne, una principessa nipote dell’ex‑re e sommo sacerdote Ircano II. Egli agì come un despota assoluto, nei primi anni del suo regno fece uccidere tutti i suoi possibili oppositori, subordinò la nomina del sommo sacerdote al suo assenso, favorì il … Continua a leggere Erode il Grande »

Comprendere la Bibbia - 45

Gerusalemme

gerusalemme

Chiamata talvolta Sion, dal nome di una delle colline sulla quale è costruita, questa città è il centro religioso per ebrei, musulmani e cristiani. Jerushaláim, piccola città cananea fortificata, la cui esistenza è attestata dal XIV sec. a.C., era situata a 700/800 metri di altezza, nella zona montuosa che separava le tribù del nord (Israele) da quelle del sud (Giuda) dopo l’entrata di Israele in … Continua a leggere Gerusalemme »

Comprendere la Bibbia

Morte e sepoltura

Le usanze funebri

Nei primi tempi della storia di Israele non si credeva in una vita dopo la morte, si pensava che i genitori potessero vivere solo nel ricordo dei figli e discendenti. Più tardi si cominciò a credere che i morti venissero accolti in un mondo inferiore (sheol), dove le persone erano ombre del loro passato. Solo all’epoca di Daniele (II sec. a.C.) si comincia a parlare … Continua a leggere Morte e sepoltura »

COMPRENDERE LA BIBBIA - 42

I popoli confinanti con Israele

12 tribù, Ammon Moab Edom

Circondata da imperi potenti, come l’Egitto e l’Assiria e da nazioni di mercanti-navigatori come Fenici e Filistei, Israele aveva anche altri vicini meno potenti. In Transgiordania erano presenti tre popoli che avranno continue relazioni con Israele nel corso di tutta la sua storia: gli Ammoniti, i Moabiti e gli Edomiti. Israele ebbe a che fare a lungo con essi e a volte vengono descritti come … Continua a leggere I popoli confinanti con Israele »

COMPRENDERE LA BIBBIA - 41

Ponzio Pilato

Ponzio Pilato - Iscrizione di Cesarea Marittima

Nel 1961 fu scoperta a Cesarea una lastra di pietra con inciso il nome di Ponzio Pilato, una delle poche testimonianze extrabibliche della vita e dell’opera di questo rappresentante di Roma in Palestina. Lo storico romano Tacito menziona l’esecuzione di Gesù fatta dietro suo comando (Annales, XIV, 44), mentre Giuseppe Flavio e Filone Alessandrino, due scrittori ebrei, ricordano diversi episodi che lo riguardano. Per quanto … Continua a leggere Ponzio Pilato »

COMPRENDERE LA BIBBIA - 40

La vita con i Romani

Centurione e soldato romano 2

I Romani assunsero il controllo della Palestina nel 63 a.C., e dopo la morte di Erode il Grande divisero il paese tra alcuni dei suoi discendenti (Archelao, Erode Antipa ed Erode Filippo), che avevano il potere della gestione degli affari interni, ma politicamente erano sottomessi a Roma, con il rischio di venire destituiti se la loro politica non si accordava con le linee di Roma. … Continua a leggere La vita con i Romani »

COMPRENDERE LA BIBBIA - 35

Tallít, tefillím e mezuzáh

mezuzah

Gli ebrei maschi nella liturgia sinagogale indossano uno scialle di forma quadrata, di colore crema o bianco, bordato di strisce nere e con lunghe frange ai quattro angoli. Se ne avvolgono le spalle e ne sollevano i lati per farne una specie di cappa. Nelle sinagoghe non ortodosse lo scialle per la preghiera è ridotto a una sottile stola, però mantiene sempre un importante elemento … Continua a leggere Tallít, tefillím e mezuzáh »

COMPRENDERE LA BIBBIA - 33

Pésah (Pasqua)

Le feste ebraiche (III)

Pesah

Un mese dopo la festa di Purim, il 14 di Nisan, cade la festa di Pasqua (Pésah): è la festa che ricorda la liberazione dalla schiavitù. Si tratta in realtà di una festa tipica delle popolazioni nomadi. I testi dell’Esodo fanno capire che i clan ebraici celebravano la Pasqua già prima di uscire dall’Egitto, anzi questa celebrazione sarebbe stata motivo e occasione della fuga (Es … Continua a leggere Pésah (Pasqua) »