FASANA – CA’ EMO - BOTTI BARBARIGHE

Un amichevole grazie

Il saluto delle comunità a don Andrea Rosada

don-Andrea-Rosada
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Dopo diciotto mesi a guida dell’Unità Pastorale di Fasana, Botti Barbarighe e Ca’ Emo don Andrea Rosada si prepara ad entrare come arciprete del Duomo di San Mauro di Cavarzere. Domenica 18 agosto don Andrea ha quindi salutato i parrocchiani di Fasana mentre domenica 25 agosto le comunità di Botti Barbarighe e Ca’ Emo.

Alla celebrazione nella chiesa parrocchiale di Ca’ Emo, solennizzata dal coro parrocchiale “Madonna del Carmine”, erano presenti, in rappresentanza dell’amministrazione comunale di Adria, la vicesindaco Wilma Moda e la consigliera Sara Mazzucato.

Particolarmente significativa è stata la presentazione dei doni all’offertorio, durante la quale i bambini hanno portato all’altare un cuscino con stampate delle mani, simbolo di amicizia e di aiuto, “affinché don Andrea possa trovare delle persone amiche che lo aiutino e lo sostengano nella sua nuova missione”. Al termine della celebrazione, dopo la lettura di un commovente saluto dei suoi collaboratori, i parrocchiani si sono stretti attorno a don Andrea in un abbraccio riconoscente per l’operato e il segno lasciato nella comunità. Parole di stima e apprezzamento sono state espresse anche dall’amministrazione comunale.

A don Andrea un grande augurio per il nuovo e prestigioso incarico come arciprete di S. Mauro e parroco di quella Unità pastorale.