UNITA' PASTORALE DI CA' VENIER

Presenza attenta e solerte

Il sincero grazie alla Congregazione delle Poverelle che lasciano la comunità

Suore Poverelle
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Il 15 agosto scorso l’Unità pastorale di Ca’ Venier-Boccasette ha dato il saluto alle suore delle Poverelle. Riportiamo il testo con le espressioni di affetto e di riconoscenza rivolte dalla comunità alle religiose.

Oggi, giorno di grande festa alla Madonna Assunta, non potevamo immaginare di ritrovarci a leggere una lettera di saluto alle nostre care suore della Congregazione delle Poverelle. E’ difficile per noi accettare le decisioni che ci sono state comunicate, anche se siamo consapevoli che la situazione storica della Chiesa non assicura più presenze stabili, né una sostituzione di vocazioni per le quali ci impegniamo a pregare secondo l’invito di Gesù. Noi desideriamo solo esprimere, per quanto possibile, in poche righe, tutto il nostro affetto e la nostra gratitudine per quello che voi avete fatto nella nostra comunità che comprende tutte le frazioni dell’Isola di Ca’Venier. Ricordiamo con nostalgia il 4 ottobre del 2004, giorno dell’apertura della Comunità religiosa a Ca’ Venier. Come possiamo dimenticare le prime due suore, giunte qui, in questa piccola striscia di terra nel cuore del Delta del Po veneto, piene di vita e di voglia di fare? E poi tutte le altre religiose che si sono succedute accettando con amore e dedizione il loro mandato. Infine le nostre, ora qui presenti, che negli ultimi anni si sono prodigate con instancabile solerzia per portare una parola di conforto agli anziani, una giusta catechesi ai più piccoli, una presenza consolante agli ammalati e una preghiera sincera verso tutti gli abitanti della nostra isola. Sono passati da allora quindici anni ed è difficile racchiudere in poche parole tutto il lavoro che è stato svolto. Si può solo dire in tutta certezza che voi siete state suore itineranti; sempre pronte a spostarsi da una chiesa all’altra per garantire un servizio equilibrato in ciascuna delle frazioni: da Ca’ Venier a Boccasette, da Pila a Ca’ Zuliani ed ancora a San Giorgio. Siete state il nostro punto di riferimento, il nostro “faro”; ed è difficile pensare ad un futuro in cui non sarete più qui con noi. Carissime Suor Gian e Suor Clara, vi vogliamo salutare con un grazie sincero. Avete sempre avuto una parola di conforto per tutti, soprattutto esprimendo particolare attenzione alle persone che stavano vivendo situazioni difficili e dolorose. Siete riuscite a parlare nei momenti giusti e mantenere un doveroso silenzio quando era necessario. Avete collaborato con il parroco e con i sacerdoti della Comunità missionaria di Villaregia creando un clima di gioiosa letizia. Ora Suor Gian dovrà spostarsi di parecchi chilometri, mentre Suor Clara si allontanerà di poco per rendere meno duro il distacco. Noi sicuramente non dimenticheremo questa vostra sensibilità e cortese attenzione nei confronti di tutti. Riusciremo a mantenere vivo il ricordo di voi e ringrazieremo sempre il Signore per averci dato la possibilità di fare la vostra conoscenza e per averci mostrato, attraverso il vostro operato, quanto grandi possono essere i frutti della Grazia Divina. Un abbraccio forte da tutti i fedeli dell’Unità pastorale dell’Isola di Ca’Venier.