CHIOGGIA-SOTTOMARINA. Preghiera mensile per le vocazioni

Teniamo accesa la fiamma

Ora di adorazione per chiedere il dono di nuove vocazioni, giovedì 10 gennaio

fiamma-vocazioni
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Riprende da giovedì 10 gennaio l’iniziativa di preghiera mensile per le vocazioni. Vuole essere un momento di adorazione per “pregare il padrone della messe perché mandi operai nella sua messe”.

È un’iniziativa che vede coinvolte in preghiera diverse persone per il dono di nuove vocazioni alla vita sacerdotale, religiosa, famigliare. Il compimento di ogni vocazione è un dono da chiedere con insistenza, soprattutto di questi tempi. Il Centro Diocesano per le Vocazioni ha pensato così di riprendere in città la tradizionale preghiera mensile: si svolgerà a Chioggia, nella chiesa di San Francesco, ogni secondo giovedì del mese, dalle ore 21 alle ore 22, dal mese di gennaio al mese di maggio.

Quest’occasione di preghiera vuole essere per i vicariati di Chioggia e di Sottomarina un segno di affidamento e di supplica al Padre che è nei cieli, perché il cuore di ogni uomo riconosca e accolga la missione che gli è affidata, come fece Maria.

È una proposta rivolta a tutti, in particolare ai cristiani che sentono quanto sia importante accompagnare ogni vocazione affidandola a Dio Padre, ma anche a coloro che si sentono in ricerca vocazionale.

È bello pensare che la comunità si faccia carico di ogni vocazione, in particolare di sacerdoti, perché siano tanti e siano santi. È bello pensare che tutti siamo corresponsabili gli uni degli altri e Gesù affida a ciascuno una missione nella sua Chiesa.

Nella nostra diocesi sono molteplici le iniziative, a livello vicariale e parrocchiale, che tengono accesa la fiamma della preghiera per le vocazioni (non da ultime le sorelle Clarisse di Porto Viro). Vogliamo cogliere l’occasione per ringraziare tutti e incoraggiare a proseguire ad affidare l’intera Chiesa al Signore Gesù Cristo, che, per potenza dello Spirito Santo, continua a condurla nella storia degli uomini di oggi.

don Giovanni Vianello e l’équipe di pastorale vocazionale