CARITAS E AVVENTO

Carità a chilometro zero

Una proposta concreta per le nostre comunità

carita-km0
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Il tempo forte dell’Avvento, tradizionalmente dedicato ad iniziative di carità particolarmente significative, è stato occasione negli anni passati di numerose proposte da parte della Caritas Diocesana: dal sostegno al Fondo di Solidarietà per il Lavoro (grazie al quale sono stati avviati nella nostra Diocesi, dal 2012 ad ora, un migliaio di progetti lavorativi), la campagna “Cibo per tutti”, “La carità della porta accanto”…

Anche quest’anno la Caritas Diocesana vuole suggerire uno spunto per il cammino di Avvento, spunto dal quale partire per una concreta azione comunitaria di carità. Si tratta della riproposizione un po’ modificata della “Carità a chilometro zero”, un’idea che nasce cioè dalla nostra parrocchia/Unità Pastorale e la cui azione conseguente è rivolta a persone o famiglie “nostre”. In sostanza, un’indicazione potrebbe essere questa: individuare un caso (o più) di difficoltà, di povertà, di marginalità di persone della nostra comunità rendendo consapevoli e partecipi i parrocchiani, nei modi che si riterranno opportuni; far convergere sull’accompagnamento alle persone e sulla lotta al problema individuato le nostre iniziative di Avvento (possono essere raccolte di fondi in chiesa, piccole manifestazioni, altri progetti: la fantasia non manca); concludere il percorso magari durante la messa di Natale. Sarebbe davvero bello per tutti che l’intervento fosse risolutivo del problema! Questo, mi permetto di dire, ci aiuterebbe a superare la logica assistenziale a favore di un’animazione e sensibilizzazione della comunità e sarebbe di promozione per le persone che aiutiamo, per fare sperimentare loro la nostra prossimità.

Attilio