PASTORALE GIOVANILE DIOCESANA

Fra pellegrinaggi e formazione

L’incontro col Papa l’11 e il 12 agosto: ecco i preparativi e gli appuntamenti

Papa
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

“Carissimi giovani, sono lieto di annunciarvi che nell’ottobre 2018 si celebrerà il Sinodo dei Vescovi sul tema «I giovani, la fede e il discernimento vocazionale». Ho voluto che foste voi al centro dell’attenzione perché vi porto nel cuore.” (Lettera del Papa ai giovani in occasione della presentazione del Documento Preparatorio della XV Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi, 13.01.2017)

A partire da quel momento la Chiesa italiana si è mossa per rendere i giovani italiani protagonisti di questo evento di grazia voluto da papa Francesco.

È lo stesso pontefice che ha chiesto al Servizio per la pastorale giovanile italiana di organizzare la tradizionale veglia di preghiera in preparazione all’assise di ottobre. E allora si è pensato: perché non creare un momento di incontro tra il Vescovo di Roma e i giovani italiani? Detto fatto, l’11 e il 12 agosto avverrà questo storico incontro, il primo tra il papa argentino e i giovani italiani. Per organizzare questo incontro si è voluto ricorrere ad una pratica storica della Chiesa, il pellegrinaggio a piedi. Anche la nostra Diocesi ha voluto aderirvi. E così abbiamo pensato di organizzare un pellegrinaggio di alcuni giorni che coinvolgerà circa una novantina di giovani del nostro territorio e una trentina della Comunità missionaria di Villaregia, che dall’8 al 10 agosto tra Loreo, Cavarzere, Norcia e Cascia si dirigeranno verso la Città Eterna.

Ma ci sono due occasioni anche per chi non viene a Roma di mettersi in cammino e pregare per il Papa e il suo ministero, oltre che avvicinare i giovani all’incontro con Signore.

Martedì 31 luglio: pellegrinaggio a Pellestrina.

Da 17 anni in Isola in preparazione alla festa della Madonna dell’Apparizione si svolge un pellegrinaggio a piedi da S. Maria del Mare al Santuario.

Alle ore 18.30 il Vescovo presiederà l’Eucaristia nel parco all’interno della Casa dell’Ospitalità S. Maria del Mare. Quindi prenderà avvio il pellegrinaggio a piedi: un cammino che sarà impreziosito dalla preghiera e da alcune testimonianze significative. Ci accompagnerà la lettura di alcuni passi dell’esortazione apostolica di Papa Francesco Gaudete et Exultate.

Per favorire la partecipazione è stata prenotata una motonave che salperà alle ore 16.30 dall’Isola dell’Unione e ci porterà direttamente a S. Maria del Mare. Il ritorno sarà intorno alle 22.30 con il medesimo mezzo dal Santuario.

Sono invitati tutti, in particolare i giovani, gli animatori dell’estate ragazzi, dei pre-adolescenti (viene richiesto un contributo simbolico di € 3 a persona).

Un secondo momento sarà mercoledì 8 agosto: Pellegrinaggio Loreo – Cavarzere.

Sono 75 i pellegrini che, guidati dal Vescovo Adriano, vivranno il pellegrinaggio a piedi verso Roma. Tutti sono invitati a partecipare alla prima tappa che sarà nel territorio diocesano.

Alle ore 7.45 il Vescovo presiederà l’Eucaristia nella chiesa arcipretale di Loreo, cui farà seguito il pellegrinaggio a piedi fino al Patronato di Cavarzere.

Nel pomeriggio poi i pellegrini partiranno alla volta di Norcia, dove incontreranno i terremotati. Conosceranno la figura di S. Benedetto, di S. Rita, “giovani” che, affascinati dall’ideale del Vangelo, hanno lasciato un segno indelebile nella storia.

Infine, un’ultima proposta estiva organizzata dalla pastorale giovanile diocesana sarà il campo intervicariale POL–LIVE, dove circa una trentina di animatori vivranno un tempo di formazione e condivisione nella splendida cornice della casa salesiana di Valgrande nel Comelico bellunese dal 27 agosto al 1° settembre!

Buon proseguimento di estate e buon cammino della vita. A chi resta e ci sostiene con la preghiera ricordiamo la costatazione di papa S. Giovanni Paolo II: L’uomo non può pensare alla propria vita se non come a un pellegrinaggio. Homo viator. Pellegrino dell’Assoluto. Ai nostri pellegrini affidiamo l’esortazione del Vescovo M. Bianchi: Il pellegrinaggio è un simbolo che prima che parlare a te, parla in te, ti intriga, ti evoca, ti spinge più che a dire, a dirti, ad implicarti, a metterti in gioco.

don Yacopo e l’équipe pgd