Visita pastorale a Donada le reazioni

Visita-pastorale-donada-associazioni
Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Considerazioni di don renato

Si è conclusa domenica 3 giugno con la S. Messa e la processione del Corpus Domini la Visita pastorale nella nostra parrocchia (ma rimane ancora qualche appuntamento vicariale). Quella che riscontriamo con piacere è una generale impressione positiva nelle persone che hanno incontrato il Vescovo e hanno potuto fermarsi a parlare con lui.

Era proprio intenzione del Vescovo portare a tutti un incoraggiamento, un attestato di stima per far capire l’importanza di ogni persona davanti al Signore. Piccoli e grandi, anziani e giovani, tutti facciamo parte della Comunità cristiana, tutti formiamo la Chiesa di Gesù. Ringraziamo quindi il Signore per il Dono della Visita pastorale e proprio con la benedizione del Signore, che il Vescovo ha donato a tutti, speriamo di proseguire nel cammino della vita cristiana con un amore ed una convinzione ancora più grandi.

don Renato Feletti

 

Alla scuola dell’infanzia

Il Vescovo, nel corso della visita pastorale a Donada, è stato accolto dalla Scuola materna paritaria “Maria Arcangeli”. Si è trattato di un duplice appuntamento. Il primo incontro, infatti, è avvenuto nella mattinata del 31 maggio, ultimo giorno in cui in parrocchia si è pregato con il “fioretto”, preghiera tanto importante nell’educazione religiosa. Il presule ha fatto visita ai locali della struttura seguendo con i bimbi una lezione di musica e intrattenendosi con il personale e le insegnanti. Per tutti è stato un momento di una giornata particolare. Il Vescovo si è presentato spiegando il significato del suo stesso nome. Con gioia poi i piccoli hanno detto uno a uno il loro nome con allegria ed entusiasmo. Nel secondo appuntamento il parroco ha accompagnato il Vescovo per assistere, il 2 giugno, all’annuale saggio di attività motoria della scuola vissuto (in trasferta) presso la “Corte degli angeli” in quel di Ca’ Cappello. Occasione questa per incontrare le famiglie dei bambini fermandosi poi a pranzo con loro benedicendo la mensa. Una giornata che è servita a far conoscere meglio al Vescovo la realtà della nostra scuola e ai genitori la figura del nostro Vescovo rendendolo vicino e partecipe alle loro famiglie.

Francesco F.

 

Incontro con le associazioni sportive del vicariato

Alla vigilia della chiusura ufficiale della Visita pastorale del Vescovo nel territorio del Vicariato foraneo di Loreo, mons. Tessarollo ha chiesto di incontrare le associazione sportive. Ciò è avvenuto venerdì 15 maggio dalle ore 21 al Palazzetto dello sport di Porto Viro. Ad allestire l’evento il consigliere comunale con delega allo sport il medico cardiologo dott. Michele Capanna in sinergia con il Vicario foraneo e parroco di Loreo don Angelo Vianello e la compartecipazione di Cinzia Braghin, dirigente dell’Asd Basket che gestisce il Palazzetto. Un incontro quasi informale, ma di spessore, per la presenza di atleti emozionati e di autorità, a cominciare dal sindaco Maura Veronese, e poi del vicesindaco Doriano Mancin e logicamente del Vescovo. L’evento è stato presentato da Patrizia Possan di Adria. Un incontro che è stato pure un riconoscimento dell’importanza dell’esistenza di tante società sportive nel contesto sociale ed educativo e, per l’occasione, si è visto anche lo spettacolo, quando alcune società si sono esibite nelle proprie specialità. Il GSR di Taglio di Donada ha visto alcuni ragazzini della “Primi calci” mostrare il loro livello tecnico ed agonistico (allenatore Radames); si è esibita la Scuola danza di Loreo (insegnante Simonetta Granata); lo Judo della palestra Eurobody ha proposto i campioni mondiali 2017 Andrea Fregnan e Sandro Moregola (allenatore Fabrizio Gazzignato) con i segreti della specialità; il tecnico Maurizio Ventura (accompagnato per la circostanza dal capitano Filippo Suman e dal collega di gioco Marco) ha presentato la squadra Edera basket pianeta handicap di Rovigo e la sua testimonianza ha catturato l’attenzione illustrando la “novità” di questa formazione che comprende atleti disabili e normodotati. Nella presentazione Patrizia ha enucleato il concetto di sport: “Imparare a stare insieme ed in silenzio perché lo sport possiede anche una prospettiva cristiana”. Profondo l’intervento della Veronese che ha parlato dell’utilità del Palazzetto grazie alla compartecipazione di tanti volontari, concludendo con riferimenti anche al suo ruolo di sindaco: “Insieme si affrontano e si risolvono i problemi perché lo sport va a vantaggio del corpo e dello spirito”. Il dott. Capanna ha affermato che lo sport favorisce il benessere psichico e fisico e l’integrazione con gli altri. La conclusione del Vescovo, prima di donare a tutte le Società presenti un “ricordo”: “Qui trovo la bellezza di occasioni positive, di risorse, di impegno e di volontà, perché lo sport mostra complessità agonistica ma nel rispetto e induce a formare uno stile di vita perché impegna il corpo riconoscendo che ogni corpo ha un’anima”. I premiati: Associazione Edera di Rovigo, Judo Eurobody di Porto Viro, Asd Roller di Porto Viro, Moto club di Rosolina mare e Delta Volley di Porto Viro con il Centro danza di Loreo.

Francesco Ferro

 

La conclusione

Il Vescovo di Chioggia mons. Adriano Tessarollo che aveva da tempo iniziato la sua Visita pastorale nelle parrocchie del Vicariato di Loreo, il 3 giugno, come accennato, ha concluso quella alla parrocchia di Donada. È stato un tour de force che lo ha portato a svolgere importanti impegni a cominciare dal conferimento della Cresima domenica 27 maggio a 21 ragazzi e ragazze per poi svilupparsi con un preciso programma che ha coinvolto i fedeli e gli studenti delle varie “scuole” presenti nel territorio (Asilo, Elementari, Medie) e i componenti dei vari “Consigli” (tra cui il Consiglio pastorale ed il Consiglio per gli Affari economici), che agiscono e supportano il parroco nella gestione della parrocchia, per poi recarsi in visita ad alcuni ammalati nelle loro case, oltre che consumare il pasto con qualche famiglia e pure con le famiglie dei bambini della Scuola dell’infanzia presso “La Corte degli angeli”, visitare alcune aziende e bere un aperitivo con anziani che frequentano, più o meno, il bar “Piazza”.  Felice coincidenza infine celebrare la S. Messa nella ricorrenza della festa della parrocchia, dedicata alla “Visitazione di Maria a santa Elisabetta” il 31 maggio. La “visita” si è conclusa nella festa del Corpus Domini con la processione per alcune vie della parrocchia, regolata dal Comandante della Polizia locale Mario Mantovan, con il quale hanno collaborato i volontari della Protezione civile.

F. Ferro