“Intervista” alla Madonna dell’Apparizione

Facebooktwitterpinterestmail

COLLETTA PRO TERREMOTATI IL 4 SETTEMBRE

Il vescovo Adriano invita le comunità parrocchiali della diocesi di Chioggia ad effettuare la colletta pro terremotati domenica 4 settembre (anticipando di 15 giorni rispetto alla data indicata dalla CEI). Le offerte raccolte dovranno essere fatte pervenire in Curia quanto prima, o almeno entro il 18 settembre.

                                             

                                                           ***

“Intervista” alla Madonna dell’Apparizione

Ora che la Madonna dell’Apparizione è rientrata nel suo Santuario dopo aver ripercorso l’intera isola di Pellestrina, sarebbe certo interessante rivolgerle qualche domanda. La Madre del Signore e Regina del cielo è stata portata in un trono regale, dapprima attraverso la laguna fino alla Casa di Ospitalità di Santa Maria del Mare all’imboccatura del porto di Alberoni, in un fantastico corteo di barche; nei giorni successivi ha ripercorso via terra lo stesso tragitto sostando di chiesa in chiesa.

Carissima Madonna dell’Apparizione, sei stata contenta di questo cammino?

Avevo un gran desiderio di uscire di casa. In Santuario viene sempre tanta gente a trovarmi, ma io, che ho camminato tanto nella mia vita, non riuscivo più a stare ferma. Da sempre appartengo alla Chiesa in uscita. Mi sono proprio emozionata quando, nel grande quadro che mi raffigura con il Bambino Gesù, come portandomi in braccio mi hanno collocato in una grande barca a remi. È stato meraviglioso vedere 18 uomini vogare in laguna insieme con centinaia di altre barche, davanti alla riva percorsa da mille e mille persone a piedi e in bici.

Come hai trovato Pellestrina? È cambiata dal tuo ultimo giro?

Pellestrina è più bella, le case più ordinate e ben sistemate. Soprattutto mi sono sorpresa a vedere quell’abbondanza e fantasia di addobbi di vario tipo in tutte le rive, tutte le strade, tutte le case. In ogni angolo sembrava la festa di una sposa.

E la gente?

Ho visto tanta, tantissima gente, dappertutto, ad ogni passaggio, ad ogni sosta. Quasi non riuscivo ad immaginare che la gente di Pellestrina mi volesse ancora così bene e attendesse in questo modo la visita della Madre. Mi sono state consegnate tante persone, tante domande e tanti drammi; ho visto tanti occhi inumidirsi e sentito cuori che battevano forte. Qui mi guardano come si guarda una Mamma, come si invoca una Regina: i portatori del palco, i cori, i musici, i malati, le carrozzelle e le carrozzine, i bambini con i fiori e i lumini, gli sguardi incantati e supplici. Ho visto unità, fervore, voglia di fede e di carità.

Madonna, tu giri il mondo apparendo qua e là e accogli la gente in tanti santuari. Cosa trovi di diverso a Pellestrina?

Qui ci sono tutti, grandi e piccoli, frequentanti e non, uomini e donne. Non alcuni, non tanti, ma il paese intero. Qualcosa di simile mi accade in Polonia, come hanno visto anche i vostri giovani nella Giornata Mondiale, o in qualche zona dell’America Latina…

Allora, rimani con noi?

Me lo cantate ogni volta nel bellissimo inno: Torna alla nostra terra; dischiudi gli occhi… Resto con voi. Sono vostra Madre. Mi trovo bene. Mi trattate bene. Mi volete bene. Anche voi, state con me, state con mio figlio Gesù. Pregate, specialmente con la Messa, come ho detto a Natalino. Grazie per questi giorni. Grazie per tutti i giorni di questi 300 anni. Cari figli, continuate ad essere cristiani….

Post Scriptum

All’ultimo momento, la Madonna dell’Apparizione ha espresso la sua soddisfazione anche per la serata di venerdì 5 agosto in Cattedrale a Chioggia, dove è stata raccontata la storia della sua Apparizione a Pellestrina e le sono state dedicate musiche del 1700.

a.b