Centenario della “Scintilla”

Facebooktwittergoogle_pluspinterestmail

Centenario della “Scintilla”

“Informazione in rete: carta stampata e web” è il tema del Convegno nazionale dei settimanali diocesani associati nella FISC (Federazione italiana settimanali cattolici) che si svolge in questo fine settimana (11-13 aprile) a Chioggia, in occasione delle celebrazioni per il centenario di fondazione del nostro settimanale locale “La Scintilla – Nuova Scintilla”. Era il 6 luglio 1913 quando usciva il primo numero del quindicinale “La Scintilla”, diretto da don Angelo Paternostro, promosso dalla Direzione diocesana dell’Azione Cattolica e sostenuto dal vescovo di allora, mons. Antonio Bassani. Uscì per alcuni anni (fino al 1917), mentre nel 1918 venne fondato il Bollettino diocesano, tuttora stampato. Seguì un altro settimanale diocesano, “Il Foglietto della Domenica” (1939-1943), e il 23 dicembre 1945 uscì il primo numero dell’attuale “Nuova Scintilla” che, rifacendosi direttamente al periodico del 1913, è giunta ormai alle soglie della 70ª annata.

 

Il Convegno – che gode del patrocinio del Consiglio regionale del Veneto, delle Provincie di Venezia e di Rovigo, del Comune di Chioggia, del Parco del Delta e dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto – vuole sottolineare la vitalità secolare di questi giornali diocesani diffusi nel territorio, autentica espressione della vita della chiesa e della società, e intende affrontare le nuove sfide che li sollecitano con l’avvento dei nuovi media. Non si tratta di abbandonare l’edizione cartacea, ma di vedere come promuovere e contemperare anche l’edizione on-line dei nostri settimanali per arrivare alla più ampia cerchia dei lettori-navigatori, giungendo potenzialmente “fino agli estremi confini della terra”.

Dopo l’incontro inaugurale, giovedì 11 alle 16.30 nell’Auditorium comunale S. Nicolò, con i saluti delle autorità (presente il vescovo Adriano), il profilo del nostro settimanale (già attivo in Internet con il sito, oltre che in twitter e in facebook) e la prolusione sul tema portante da parte di mons. Claudio Guliodori presidente della Commissione Cei per la cultura e le comunicazioni sociali, venerdì 12 mattina, all’hotel Airone, la prima tavola rotonda su “Quale giornalismo nell’era digitale” con interventi della prof. Chiara Giaccardi, Domenico Delle Foglie, Ferruccio Pallavera, moderatore don Bruno Cescon vicepresidene Fisc; nel pomeriggio la visita alla nostra città (in particolare: Museo diocesano, Pinacoteca, torre S. Andrea e S. Domenico); sabato 13 mattina altra tavola rotonda all’Airone sul tema “Lettori e internauti, un nuovo modo di intendere la comunicazione”, con altri esperti del settore, tra cui Luigi Carletti, Claudio Turrini e don Antonio Rizzolo, moderati da Carlo Cammoranesi coordinatore della Commissione cultura Fisc. Le conclusioni saranno affidate a don Ivan Maffeis vicedirettore dell’Ufficio per le Comunicazioni sociali della CEI.

Le celebrazioni eucaristiche si terranno venerdì mattina alle 8 in cattedrale e sabato mattina alle 8 nella basilica mariana di S. Giacomo.

Nella serata di venerdì, alle ore 21 nel teatro S. Martino, lo spettacolo teatrale “Le Baruffe chiozzotte” di Carlo Goldoni con la compagnia chioggiotta “Teatronovo”.

 

 

SCHEDA

Il quindicinale “La Scintilla” fu fondato il 6 luglio 1913, voluto dalla Direzione diocesana dell’Azione Cattolica, presieduta da don Giovanni Lombardo, e sostenuto dal vescovo mons. Antonio Bassani; la direzione fu affidata a don Angelo Paternostro.

Il primo settimanale cattolico, “La Fede”, molto battagliero, era stato pubblicato a Chioggia dal 1876 al 1880, promosso dalla “Società per la Santificazione delle Feste”, diretto prima da padre Tobia Voltolina e poi da padre Emilio Venturini. Seguì un altro periodico, prima quindicinale e poi settimanale, promosso dalla Sezione Giovani del Comitato Diocesano: “La Gioventù”, che uscì dal 1897 al 1903, svolgendo un ruolo simile alla precedente testata.

Dieci anni dopo, appunto, cominciò ad uscire, fino al 1917, il quindicinale “La Scintilla”, di cui si celebrano i cento anni dalla fondazione e la cui testata venne continuata e rinnovata con l’attuale “Nuova Scintilla”, pubblicata ininterrottamente dal 23 dicembre 1945 ad oggi, giunta alle soglie della 70ª annata, stampando circa 5000 copie per una popolazione di 125.000 abitanti.

Nel frattempo, negli anni 1939-43, venne pubblicata un’altra testata diocesana settimanale: “Il Foglietto della Domenica”; mentre negli anni in cui non ci fu una testata cattolica locale si usufruì di inserti in altre testate cattoliche dei territori limitrofi.

Il settimanale attuale, “Nuova Scintilla”, che si onora di ospitare dall’11 al 13 luglio 2013 i direttori e collaboratori delle altre 185 testate cattoliche associate alla Fisc, fu diretto fino al 1960 dallo stesso fondatore mons. Mario Alfieri, quindi fu affidato a mons. Agostino Bonivento che lo diresse fino al 3 gennaio 1982, essendo stato chiamato a Roma come assistente centrale della FUCI (Federazione universitaria cattolica italiana). Dal 10 gennaio di quell’anno lo firma mons. Vincenzo Tosello.

Negli ultimi decenni il giornale si è incrementato come numero di pagine, presenza di collaboratori e abbondanza di servizi, interessandosi di tutto il territorio diocesano – che comprende zone delle provincie di Rovigo e di Venezia – oltre che della vita delle comunità cristiane, promuovendo la conoscenza e il dialogo fra tutti, apprezzato anche al di là della cerchia ecclesiale.

Dal 2010 è stato attivato il sito internet (www.nuovascintilla.com) e ben presto si è realizzata anche la presenza in twitter (dove sono stati inseriti, al 14 marzo 2013, ben 5000 tweet al ritmo di circa 7 brevi note quotidiane); mentre nel novembre 2011 è stata aperta una pagina in face book, molto seguita. Anche “Nuova Scintilla” dunque è sbarcata da alcuni anni nel mondo del web e intende affrontare le sfide poste dai nuovi media cercando di raggiungere con l’edizione on-line una più ampia e più giovane fascia di persone, senza trascurare la sempre valida presenza nelle famiglie attraverso l’edizione cartacea.

 

 

da NUOVA SCINTILLA 14 del 7 aprile 2013